Scopri anche…

Consigli Acquisti Onlinehardware

Anycubic 4Max-PRO, la stampante 3D per tutti?

Alla ricerca di una stampante 3D per iniziare a realizzare dei primi lavoretti? Allora oggi vediamo come mi sto trovando con la Anycubic 4Max-PRO.

recensione anycubic 4max pro
Visite

Dopo aver provato per circa un mesetto la stampante 3D Anycubic 4Max-PRO posso trarre qualche conclusione in base le mie stampe ed esperienza.

Prima di vedere come mi sono trovato voglio ricordarvi che questa è la mia seconda stampante 3D dopo la FlashForge Finder che consiglio ancora tutt’ora per chi vuole iniziare. Tutt’ora mi sento ancora un principiante con la voglia di migliorarsi.

Partiamo dalle caratteristiche tecniche.

Scheda tecnica

  • DIMENSIONI FISICHE E PESO
  • Dimensioni della stampante : 454 × 466 × 410 mm
  • Formato del pacco : 552 × 496 × 535 mm
  • Peso netto : ~ 22,5 kg
  • Tecnologia : FDM
  • Dimensione del piatto: 270 × 205 × 205mm
  • Risoluzione dello strato : 0,05-0,3 mm
  • Precisione di posizionamento : (X / Y / Z) 0,01 / 0,0125 / 0,00125 mm
  • Materiali : PLA, ABS, TPU, HIPS, Exotic
  • Estrusore : singolo
  • Diametro dell’ugello : 0.4mm
  • Max. Temperatura dell’estrusore : 260 ° C
  • Max. Temperatura letto stampabile : 100 ° C
  • Software compatibile : Cura, Smplify3D, Repetier-HOST
  • Formati di input del software : .STL, .OBJ, JPG, PNG
  • Diametro del filamento: 1,75 mm
  • Velocità di stampa : 20 ~ 80 mm / s
  • Formati di output del software : GCode
  • Tensione in ingresso : 110 V / 220 V CA, 50/60 Hz
  • Connettività : scheda SD, USB

Dove comprare la stampante su Amazon Italia:

B07QJGBW39 Stampante 3D ANYCUBIC 4Max Pro Dimensioni di stampa 270x205x205mm silenziosa Spegnimento automatico con piano di stampa Ultrabase Estrusore TAITAN Filamenti compatibili ABS TPU PLA

Video recensione:

Qualità costruttiva e dimensioni

Provenendo già da una stampante 3D a cubo, fra i modelli che potessero rientrare nel budget e nello stesso spazio, la Anycubic 4Max Pro era una delle soluzioni migliori.

Quello che posso dire che esteticamente e la qualità costruttiva dopo un piccolo incidente che ho risolto con il reso su Amazon è veramente ottimo in entrambi i casi.

La forma a cubo con la stampante illuminata rende lo spazio di casa sicuramente accattivante potendo apprezzare l’ottimo prodotto.

Contenuto della scatola

Il contenuto della scatola è davvero ricco e a differenza della Flashforge Finder viene fornito tutto l’occorente che dovremo comunque comprare come filamento, spatola, pinze, ugelli di ricambio, hotend di ricambio e moltri altri accessori.

Ho apprezzato molto questa cosa che con la precedente stampante avevo dovuto comprare a parte.

anycubic 4max pro recensione scatola

Configurazione e installazione

Partendo dalla configurazione posso dire che qualche accortezza in più da fare c’è per ottenere una prima stampa buona, dove direi che gli step sono i seguenti e che ho mostrato nella video recensione:

  1. Livellare bene il piatto (qualcuno dice di aver il piatto concavo, quindi il consiglio è quello di puntare più ad un buon livellamento al centro che sui lati visto che la stampa in genere parte da lì)
  2. Aggiungere la stampante con il programma Cura. Nel mio caso ho usato Cura e mi sono trovato bene. Si possono utilizzare anche altri programmi per lanciare le stampe 3D
  3. Prova dei filamenti ed eventuali profili. Con i profili preimpostati si riesce già a stampare benino, ma in base al filamento dovremo effettuare piccole modifiche per trovare il giusto compromesso

Realizzazioni e Materiali utilizzati

I materiali che ho utilizzato per le stampe sono stati PLA, TPU e PETG, dove in tutti i casi sono riuscito ad ottenere ottimi risultati che vi mostro a seguire.

PLA

TPU

PETG

Sicuramente il piatto riscaldato insieme al piatto di stampa molto grande mi ha permesso di fare un salto di qualità nelle stampe insieme a tutta la struttura.

stampante 3d materiali stampabili

Software utilizzato

Il software con cui ho stampato le mie stampe è stato Cura dove il consiglio che vi posso dare è quello di stampare sempre da SD se possibile in modo da evitare eventuali blocchi. Purtroppo ho riscontrato in alcune occasioni dei blocchi tramite la stampa dal computer, mentre mai da SD con file gcode.

Facendo un esempio con la mia prima stampante 3D dove le impostazioni ed il software proprietario ti permettevano di stampare senza dover far niente, con Cura dovremo stare attenti alle diverse impostazioni che potrebbero incidere sulla stampa finale. In particolar modo mi sento di tenere in considerazione almeno questi fattori principali senza dover guardare proprio tutte le impostazioni visto che sono infinite:

  • la tipologia di filamento e le caratteristiche tecniche per scioglierlo
  • temperatura di stampa
  • retrazione
  • altezza del layer
  • tipo di supporti da utilizzare
  • velocità di stampa
  • ….

Dopo diverse prove, molte anche venute male sono riuscito ad ottenere un buon compromesso per le mie esigenze riuscendo a stampare bene anche il TPU, quest’ultimo materiale più ostico in genere da stampare.

Eventuali upgrade da fare

Guardando in rete è possibile leggere di alcuni piccoli upgrade da fare come:

  • tirare le cinghie
  • aggiungere un nuovo sistema di ventilazione stampando un nuovo fun duct
  • regolazione dei vref
  • aggiornamento firmware
  • altro…

Sinceramente l’unica modifica che ho fatto è stampare un nuovo fun duct e in effetti qualche miglioramento l’ho visto anche se a mio avviso la stampante 3D stampa già bene stock.

L’aggiornamento firmware nel mio caso era già stato effettuato.

Assistenza

Contattando l’assistenza tramite il sito, aprendo un ticket o su Amazon in caso acquisterete la stampante su Amazon ho notato che sono veloci a rispondere e a dare una soluzione. Soluzioni non alla portata di tutti in certi casi dove è previsto anche smontare l’intera stampante.

Conclusioni

Dopo qualche configurazione in più sono convinto che questa stampante ha grosse potenzialità e uno dei motivi principali per cui l’ho scelta è per il suo format a cubo molto comodo da tenere in casa e per la sua semplicità di utilizzo alla fine abbastanza semplice.

Quello che mi manca e che si potrebbe anche aggiungere è un sensore per il livellamento automatico del piatto.

Dove comprare la stampante su Amazon Italia:

B07QJGBW39 Stampante 3D ANYCUBIC 4Max Pro Dimensioni di stampa 270x205x205mm silenziosa Spegnimento automatico con piano di stampa Ultrabase Estrusore TAITAN Filamenti compatibili ABS TPU PLA

Ultima cosa che vi segnalo è che sul canale su Youtube caricherò alcuni video con upgrade ed impostazioni da poter aggiungere alla nostra fantastica Anycubic 4Max Pro.

Punteggi Recensione

Qualità costruttiva9.5
Stampa9
Configurazione8.5
Contenuto10
Assistenza7.5
Prezzo9

Pro

  • Nel complesso ottima stampante 3D anche per iniziare con la consapevolezza che dovremo studiare programmi come Cura.

Contro

  • Qualità costruttiva
  • Stampa
  • Prezzo

Sommario

8.9Livellamento automatico

Matteo Hsia