Scopri anche…

Guide Consiglihardware

USB Type C: cos’è, come funziona su smartphone / computer PC e differenze con USB

usb-type-c-cose-e-come-funziona
Visite

Se stai guardando le schede tecniche di smartphone e computer PC, molto probabilmente ti sarai imbattuto nella sigla USB Type C. Se ti stavi chiedendo cos’è, come funziona e perchè potrebbe essere utile averla, qui a seguire potrai trovare la spiegazione a queste domande.

USB Type-C o se volete USB di tipo C è un nuovo standard che ha sostituito / sta sostituendo negli smartphone quello della micro USB, ovvero l’uscita per poter ricaricare lo smartphone e trasferire i dati, mentre sui computer PC l’USB Type C sta affiancando le porte USB 2.0 e USB 3.0 a seconda del modello che avete comprato.

Quali sono i vantaggi e differenza fra USB Type-C e USB 2.0 e USB 3.0

Partiamo dai vantaggi nell’avere una porta USB di tipo C, visto che subito dopo potremo vedere anche gli svantaggi. Il vantaggio principale nell’avere un uscita USB Type C sta nel fatto che questo standard risulta essere molto più veloce rispetto lo standard USB 2.0 o USB 3.0 sia per quanto riguarda la ricarica che per il trasferimento dei dati.

Andando nel dettaglio una normale porta micro-USB 2.0 presente sulla maggior parte degli smartphone arriva supporta al massimo un alimentatore da 5V a 2A con una velocità di trasferimento dati di 480 Mbit/s, mentre una USB 3.1 di Tipo C supporta un alimentatore da 20V fino a 5A con una velocità di trasferimento dati fino a 10 Gbit/s. In pratica potremo avere una ricarica della batteria 2 volte e mezzo più veloce ed un trasferimento di dati che potrebbe addirittura ad arrivare fino a 20 volte più veloce.

Oltre a poter essere più veloce nella ricarica e nel trasferimento dei dati un altro vantaggio è che l’USB Type C può essere inserito su entrambi i lati come avviene per il cavetto Lightning. In pratica avremo un cavetto reversibile che ci permette di poterlo inserire da entrambi i versi.

Per quanto riguarda le differenze estetiche rispetto ad una USB standard, il cavo USB Type C risulta essere più grosso in modo da poter trasferire una quantità di energia e dati superiore.

differenze-porte-usb-e-usb-type-c-microusb

Svantaggi e retrocompatibilità

Il vero svantaggio potremo trovarlo sugli smartphone, dove sui nuovi modelli dove è installata una porta USB Type C dovremo utilizzare per forza questo tipo di cavetto, senza darci la possibilità di usare il vecchio carica batteria o il classico cavetto micro USB.

Per poter sfruttare i vecchi adattatori sarà comunque possibile acquistare degli adattatori a seconda del vostro modello di smartphone.

Sui computer PC invece l’USB Type C va ad affiancare le altre porte USB standard e di conseguenza non avremo un reale svantaggio.

Conclusioni

Arrivando alle conclusioni possiamo dire che l’USB Type C si sta diffondendo solo nell’ultimo anno su smartphone e computer PC e di conseguenza come per ogni nuovo standard ci vorrà solo del tempo per poterlo digerire ed eventualmente sostituirlo a quello vecchio.

Matteo Hsia