AccessoriConsigli Acquisti OnlineNotizie di vario genere

Quale plastificatrice comprare? Cosa valutare per fare la scelta migliore?

Sei in procinto di comprare una plastificatrice per un utilizzo domestico / professionale? Allora ecco cosa devi sapere e alcuni fra i migliori modelli in commercio.

quale plastificatrice comprare
Visite

La plastificatrice è un macchinario dotato di un corpo elettronico, che compie l’azione di plastificazione. Essa può eseguire il processo sia a caldo che a freddo, e possono essere utilizzate sia per fini personali, sia aziendali.
Questo macchinario è uno strumento particolarmente utile, poiché consente di plastificare qualsiasi tipo di documento cartaceo, in modo tale da renderlo più resistente e durevole nel tempo.

I primi modelli di plastificatrici erano generalmente a caldo, durante la cui azione la materia plastica viene riscaldata e fusa, fino al punto di farla aderire con qualsiasi corpo. La plastificatrice consente di provvedere alla plastificazione sia a casa propria sia in ufficio, evitando si spendere soldi presso cartolerie addette a questo servizio.

Tra i benefici della plastificazione, vi è la possibilità di donare un aspetto professionale e resistente a qualsiasi documento cartaceo, la possibilità di eliminare eventuali pieghe e grinze antiestetiche, e inoltre la plastificazione consente di proteggere i documenti dalla contraffazione.

Considerando questi benefici, è consigliabile comperare una plastificatrice da utilizzare direttamente a casa o in ufficio; affinché l’operazione di plastificazione riesca al meglio, è fondamentale utilizzare una macchina professionale e di qualità, che si adatti bene alle esigenze di ciascun acquirente.

Criteri di valutazione

Come detto, una plastificatrice può essere sia con tecnologia a caldo, sia con tecnologia a freddo, e ciascuna tipologia consente di svolgere un’azione precisa e professionale. In ogni caso, la plastificatrice potrà essere utilizzata per plastificare: fotografie, biglietti da visita, documenti, calendari, o segnalibri, conferendo a ciascuno di essi un aspetto curato e professionale.

Generalmente le tipologie di plastificatrici reperibili in commercio, variano in base all’utilizzo che se ne dovrà fare. Per un uso moderato, è consigliabile acquistare un modello di base; per un uso regolare, è invece preferibile scegliere una tipologia di plastificatrice di fascia media; mentre per un uso molto frequente si dovrà preferibilmente ricorrere ad uno strumento di ottima qualità, in grado di restituire funzioni di alto livello.

Altro criterio

Un altro criterio da valutare, nel momento in cui ci si appresta ad acquistare una plastificatrice, è il numero di fogli che essa potrà plastificare, e la loro grandezza. Questo criterio è fondamentale, poiché segna la distinzione tra modelli di fascia media, e fascia alta, destinati ad un uso prettamente professionale.

Generalmente, all’interno di un ufficio, è preferibile ricorrere ad un modello di plastificatrice professionale, poiché la quantità di documenti da plastificare sarà maggiore rispetto a quanti se plastificano per uso domestico. Si potrà optare per un modello A1, A2, A3, A4, A5, A6; generalmente se si ricorre ad un modello A4, è possibile plastificare un foglio di formato massimo 210 mm x 297 mm.

Sarà possibile scegliere anche le pouches in plastica da inserire all’interno della macchina plastificatrice, che partono da una grandezza formato tessera, fino ad arrivare al formato più grande; in ogni caso, ci si dovrà assicurare di acquistare le giuste misure delle poches, a seconda della capienza della macchina plastificatrice acquistata.

Ciascuna poches possiede un determinato spessore, che viene misurato in micron; generalmente quanto più alto sarà lo spessore delle tasche in plastica, maggiore sarà la capacità di protezione dell’operazione di plastificazione.

La finitura

Inoltre, prima di acquistare le poches è possibile scegliere anche la qualità della plastica da utilizzare; si può optare per una finitura opaca, o per una finitura più lucida, e la scelta dipenderà esclusivamente dalle esigenze di chi compie l’operazione di plastificazione.

Ciascuna scelta dipende dalla finalità per cui viene plastificato un foglio; nel caso in cui si stia plastificando un disegno, o un’immagine, e si vuole mantenere un aspetto lucido della carta, è consigliabile scegliere la finitura lucida; nel caso in cui si devono plastificare documenti, che devono essere chiaramente leggibili in qualsiasi situazione, è necessario ricorrere alla finitura opaca.

Le differenti tipologie di plastificatrici in commercio, consentono ai futuri acquirenti, di scegliere tra i modelli, quelli che maggiormente si addicono alle proprie esigenze, così da ottimizzare i tempi, e migliorare le funzionalità del prodotto finale. Queste sono i requisiti fondamentali da considerare, quando si è in procinto di compiere un simile acquisto, in modo tale da scegliere il prodotto migliore, in base alle proprie necessità.

I due processi

Una volta considerati i fattori: finitura, uso, e grandezza e numero di fogli plastificabili, non resta che scegliere se comperare un modello di plastificatrice con sistema a caldo, o a freddo. Anche in questo caso, ciascun modello, risponde a specifiche esigenze del cliente; il sistema a caldo, le pellicole vengono trattate con uno speciale sistema collante, che venendo a contatto con il meccanismo di compressione, aderiscono perfettamente al foglio inserito all’interno della plastificatrice.

La plastificazione a caldo, è la scelta più comune, poiché è facile da azionare, e produce risultati efficaci e di buona qualità, in poco tempo.

Il meccanismo a freddo invece, è azionato mediante una pressione impressa sui rulli che compongono il meccanismo interno della plastificazione, svolgendo la medesima operazione del sistema a caldo, senza fare ricorso al riscaldamento della plastica. In genere la plastificazione a freddo, è preferibile nel caso in cui si teme che utilizzando il sistema a caldo, il documento originale potrebbe subire qualche danno; per questo motivo, si preferisce ricorrere ad un sistema a freddo per documentazioni importanti.

Guida all’uso della plastificatrice

Una volta acquistato il modello più consono alle proprie necessità, non resta che avviare il processo di plastificazione, che richiede poco lavoro, ma allo stesso tempo necessità aver cura di alcuni fattori.

Ci sono dei piccoli accorgimenti da considerare, quando si è alle prime armi con l’uso di una plastificatrice; il primo consiglio per ottenere un effetto finale ottimale, è inserire il foglio intero all’interno delle tasche di plastica, esclusivamente se esse dovranno essere plastificate interamente.

Nel caso in cui sia necessario invece, plastificare una porzione di foglio più piccola, sarà consigliabile tagliare con delle forbici il foglio, in modo da ottenere la grandezza desiderata. Un altro fattore da considerare quando ci si appresta ad utilizzare la macchina plastificatrice, è fare attenzione allo spessore del foglio; è necessario rispettare la capienza della tasca di plastica, onde evitare un risultato approssimativo e poco ordinato.

Inoltre è consigliabile fare attenzione che gli spigoli dei fogli non siano ripiegati verso l’interno, e che i fogli siano inseriti correttamente all’interno della plastificatrice.

Accessori corretti

Affinché le plastificatrici restituiscano i risultati sperati, è necessario che le plastificatrici siano dotate dei giusti accessori, tali da produrre un prodotto finale ordinato. Oltre alle tasche in plastica, al loro spessore, e alla loro finitura, è importante acquistare degli appositi film adesivi, che sono disponibili in rotoli, e vengono generalmente preferiti per la plastificazione di documenti di grandi dimensioni; essi possono essere utilizzati indistintamente sia all’interno di macchine a caldo, sia all’interno di macchine a freddo, ed è importante inserirli all’interno della macchina plastificatrice in modo corretto, così da restituire un risultato ottimale. I film adesivi caratterizzano alcune speciali tipologie di macchine plastificatrici, che differiscono da quelle dotate di tasche di plastica, per il loro utilizzo.

Le plastificatrici a film adesivo sono maggiormente acquistate per uso domestico, e vengono utilizzate per plastificare disegni, o fotografie; mentre quelle dotate di tasche di plastica invece, sono più comunemente reperibili all’interno degli uffici.

Risoluzione problemi

Molto spesso, nonostante l’ottima qualità del prodotto acquistato, è possibile che il risultato finale non sia del tutto perfetto, e impeccabile. Tra i maggiori disagi che questo tipo di macchina può causare, vi è la creazione di bollicine di aria sul foglio plastificato.

Questo è un disagio che generalmente viene registrato quando la temperatura della plastificatrice è troppo alta; esso può essere facilmente risolto, abbassando la temperatura della macchina tra le impostazioni. Nel caso opposto invece, quando la temperatura risulta essere troppo bassa, è possibile che il foglio plastificato risulti essere opaco, e poco leggibile. Per risolvere questo problema, si può scegliere se alzare la temperatura della macchina, oppure se ripassare il foglio all’interno della macchina plastificatrice, per una seconda tiratura.
Osservando delle semplici regole, sarà possibile utilizzare in modo corretto questo comodo e utile strumento.

Come plastificare un foglio: i passaggi

Per plastificare un foglio, è necessario seguire dei semplici e intuitivi passaggi, con estrema attenzione e cura.

  1. Prima di tutto, bisogna accedere il macchinario, pigiando il pulsante di accensione; dopo di ciò si potrà procedere con la scelta del foglio da plastificare, assicurandosi che la sua grandezza sia supportabile dal proprio macchinario.
  2. A questo punto, bisogna inserire il foglio all’interno della busta di plastica prescelta, inserendolo con cura all’interno di essa, cercando di evitare piegature. Dopo aver svolto quest’ultima operazione, si potrà inserire il foglio all’interno della macchina plastificatrice, a partire dal lato della tasca di plastica già saldato.
  3. Questa fase è particolarmente delicata, infatti è consigliabile inserire con molta cura la tasca di plastica all’interno del macchinario, così da non rovinare la resa finale. A questo punto, non resta che aspettare che il macchinario compia il proprio processo, secondo i suoi tempi, senza forzare in alcun modo la resa finale, poiché così facendo si potrebbe rischiare di compromettere la riuscita dell’operazione. Dopo che il processo sarà ultimato, bisognerà aspettare che il foglio oramai plastificato si raffreddi, così da evitare una scottatura alle dita.
  4. A questo punto, si potrà lavorare sul foglio plastificato, tagliandolo eventualmente, secondo le proprie esigenze.

Queste sono le regole generali per utilizzare correttamente una macchina plastificatrice, ma prima di conoscere le funzionalità della stessa, è necessario informarsi in merito a dove reperirla, e quale modello acquistare.

Di seguito, è riportata una guida all’acquisto, per supportare i futuri acquirenti nella scelta del modello di plastificatrice più adatto alle proprie esigenze.

I 5 modelli riportati di seguito, rappresentano le migliori scelte disponibili in commercio sulla piattaforma amazon, delle quali sarà possibile valutare le caratteristiche principali.

Intey plastificatrice

B06X6MKDPYINTEY Plastificatrice A3 A4 Plastificatrice a Caldoa Macchina Plastificatrice Da Laminazione Per Plastificazione, Velocità 250mm / min Plastificatore In Formato con 10 Pouches

Questo modello di plastificatrice si posiziona tra le migliori 5 scelte disponibili in commercio. Questo strumento compie sia plastificazioni a freddo, sia a caldo, e raggiunge la temperatura desiderata in pochissimi minuti dall’accensione.

Tale modello è costituito da due rulli realizzati in silicone, e un motore potente e di ottima qualità; questa tipologia di plastificatrice è perfetta per l’uso d’ufficio, poiché è in grado di ottimizzare i tempi, e produrre risultati soddisfacenti. I tubi di conduttura sono realizzati in alluminio, che si presenta come ottimo conduttore, donando un calore che si espande lungo tutto il foglio, così da evitare eventuali pieghe e grinze.

Questa plastificatrice si annovera tra le migliori tipologie d’ufficio, poiché è dotata di un pulsante abs, in grado di rimediare velocemente a buste rimaste incastrate all’interno dei rulli, che ne impediscono il giusto funzionamento.

Tutti gli accessori utilizzabili per questo prodotto sono gratuiti, e saranno recapitati insieme alla macchina plastificatrice; inoltre la linea Intey fornisce un servizio di supporto e assistenza ai suoi clienti, così da garantire loro consigli utili in qualsiasi occasione.

Il prezzo di acquisto di questo prodotto è di circa 24 euro.

Abox

B07F1RPLS2Plastificatrice A3 A4 A5 A7, ABOX Laminatrice a Caldo e a Freddo con Regolatore di Carta/Tagliatore / 16 Pouches, Velocit 330mm / Mini Macchina di Laminazione

Questo secondo modello di plastificatrice firmato abox, è realizzato secondo le più moderne tecnologie; anche essa, come la precedente plastificatrice, è in grado di restituire un servizio sia a caldo, che a freddo, secondo le esigenze di ogni cliente.

Questo modello, a causa del prezzo più elevato, è consigliabile per un uso professionale, finalizzato ad un uso d’ufficio. Il processo di laminazione deve essere svolto in maniera accurata, facendo uso degli accessori giusti, che saranno offerti in dotazione con l’acquisto della macchina.

Inoltre anche questo modello è dotato di due rulli, che avranno il compito di plastificare in breve tempo qualsiasi foglio, evitando la formazione di increspature, o pieghe sgradevoli. Il prodotto finale realizzato da questo macchinario, garantisce un uso professionale, così da poter essere utilizzato esclusivamente all’interno di uffici.

Il prezzo di vendita di questo prodotto è di circa 50 euro, restituendo documenti plastificati in modo ottimale.

Olympia 4 in 1

B01C4AKL02Olympia, plastificatrice 4 in 1 modello A 330 Plus per formato A3, con dispositivo di taglio, 15 fogli (dal formato A4 ai biglietti da visita) e arrotonda angoli

Questo modello di plastificatrice Olympia, restituisce ottimi risultati, ed è adeguato sia per un uso domestico, sia per un uso d’ufficio.

Questa macchina plastificatrie è in grado di restituire sia una plastificazione a freddo, che una plastificazione a caldo, a seconda di quelle che sono le esigenze di colui che l’aziona. Il sistema di riscaldamento è pratico e veloce, e consente di importare il livello di calore da imprimere all’operazione di plastificazione.

Questa macchina plastificatrice è perfetta sia per fogli di dimensioni a4, sia per fogli di dimensioni minori, come ad esempio i biglietti da visita. Il famoso marchio Olympia restituisce un risultato ottimale, realizzato a partire da rulli potenti, e professionali, realizzati con materiali di prima scelta.

Il prezzo di vendita di questo modello di plastificatrice è di circa 30 euro, una cifra che consente di usufruire di un modello dall’uso professionale, ma allo stesso tempo accessibile.

Questo strumento produce una plastificazione priva di grinze, o bolle d’aria, e consente di svolgere l’operazione in tempi brevi.

Blusmart

B071W191G3Blusmart Plastificatrice 3 in 1, a Caldo e a Freddo con Regolatore di Carta Rotante/Tagliatore,Protezione Inceppamento Carta,Velocità 250mm / min Macchina di Laminazione

Il quarto prodotto, inserito all’interno di questa guida all’acquisto, è il modello di plastificatrice firmato Blusmart, perfetto per un uso professionale d’ufficio.

Questo speciale modello, consente di tagliare direttamente il foglio, nel momento in cui questo verrà inserito all’interno della macchina, scegliendo tra tre modalità di taglio: ondulato, dritto, e perforato.

Anche in questo caso, la macchina plastificatrice si riscalderà in poco tempo, circa 2/3 minuti, e consentirà di plastificare qualsiasi tipologia di foglio, impostando la grandezza, e la misura di taglio desiderata. La versatilità di questo prodotto, e la sua ottima funzione, sono garantite da ottime recensioni che consentono di acquistare questo prodotto, usufruendo di un servizio di plastificazione degno di un ufficio professionale. Un modello simile di plastificatore, consente di svolgere un lavoro laborioso, in pochissimo tempo, in modo tale da ottimizzare i tempi di lavoro all’interno di un ufficio, o un’azienda.

Il prezzo di vendita di questo prodotto è di circa 35 euro, una cifra che si posiziona ad un ottimo rapporto qualità-prezzo, garantendo un prodotto finale ottimo, e privo di grinze e piegature.

Pavo plastificatrice

B01KOR6QXIPavo 8038718 Premium Florida Plastificatrice con set di 5 accessori per plastificazione, Certificazione TÜV/GS, A4

Quest ultimo modello di plastificatrice, consente di realizzare un’operazione di plastificazione ottimale, ad un prezzo davvero conveniente. Con soli 15 euro è possibile usufruire di un servizio impeccabile di plastificazione, destinato ad uso domestico, che consentirà di rendere più resistenti fotografie e disegni, in modo tale da poterle conservare più al lungo.

Al suo interno potranno essere inseriti fogli esclusivamente di dimensioni a4, che potranno poi essere eventualmente tagliati, secondo le proprie esigenze. Questo prodotto è adatto ad un uso amatoriale, ed è perfetto per rendere le proprie foto ricordo indelebili, e durature.

Se si è alla ricerca di un prodotto in grado di restituire un risultato efficiente, ad un prezzo contenuto, questo modello firmato pavo, sarà la scelta giusta.

Praticità e convenienza, sono le parole d’ordine di questo modello di plastificatrice da casa, che consentirà di operare un servizio di plastificazione domestica, veloce e privo di grinze, piegature, o bolle d’aria, in un tempo relativamente breve.

Matteo Hsia