Scopri anche…

DroniIn evidenza

Parrot Anafi, il nuovo drone per video 4K tascabile

Presentato il nuovo drone francese della Parrot. Dopo il Bebop 2 arriva il drone ultraleggero e tascabile ANAFI in grado di registrare video in 4K.

parrot anafi drone
Visite

Dopo il Parrot Bebop 2 ecco arrivare il nuovo drone francese in casa Parrot che prende il nome di una piccolissima isola greca dell’arcipelago delle Cicladi, ovvero Anafi. Qui a seguire vediamo cosa offre il drone ad un prezzo che potrebbe essere sicuramente molto competitivo visto che si parla di 699.90 euro.

Sulla carta il Parrot Anafi potrebbe dare parecchio filo da torcere a droni come il DJI Mavic Air o il DJI Spark soprattutto se il peso di 320 grammi dovesse scendere sotto i 300 grammi portando il Parrot Anafi ad essere a tutti gli effetti un trecentino.

Iniziamo dall’aspetto estetico che a primo impatto ricorda un insetto gigante. Parrot fa sapere che per realizzare il drone Anafi si è ispirato proprio agli insetti ed in particolare modo ad api e cervi volanti.

Scheda tecnica Parrot Anafi

Qui a seguire le specifiche tecniche principali del nuovo drone Anafi:

  • Tempo di volo massimo : 25 min
  • Portata massima di trasmissione: 4km con controller
  • Velocità massima orizzontale: 15.3m/s (55km/h)
  • Velocità massima verticale: 4m/s
  • Resistenza massima al vento: 50 km/h
  • Quota di tangenza pratica: 4500 m sul livello del mare
  • Sistemi di posizionamento satellitare: GPS & GLONASS
  • Batteria intelligente: Autonomia 25 minuti, Capacità 2700 mAh, Lipo ad alta densità (2 celle)
  • Porta di ricarica: USB-C
  • Fotocamera :
    Wide: 21MP (5344×4016) / 4:3 / HFOV 84°
    Rectilinear: 16MP (4608×3456) / 4:3 / HFOV 75.5°
    Formati foto: JPEG, Adobe DNG (RAW)
    HDR: 4K UHD video
    Stabilizzazione dell’immagine :
    Stabilizzazione
    Ibrida 3 assi
    Meccanica: 2 assi Rollio/Beccheggio
    Elettronica (EIS): 3 assi Rollio/Imbardata/Beccheggio
  • Videocamera
    Sensore: 1/2.4’’ CMOS
    Obiettivo: ASPH (Lenti asferiche a bassa dispersione), Apertura f/2.4,Profondità di campo: 1.5m – ∞
    Lunghezza focale (Formato 35 mm equivalente): 23-69mm (foto), 26-78mm (video)
    Velocità otturatore: otturatore elettronico da 1 a 1/10000s
    Valore ISO: 100-3200
    Risoluzione video :
    4K Cinema 4096×2160 24fps
    4K UHD 3840×2160 24/25/30fps
    FHD 1920×1080 24/25/30/48/50/60fps
    HFOV Video: 69°
    Velocità massima dello streaming video : 100 Mbps
    Formato video: MP4 (H264)
    Zoom digitale :
    Senza perdita: fino a 2.8x (FHD) & 1.4x (4K)
    Standard: fino a 3x (4K Cinema, 4K UHD, FHD)
    Intervallo beccheggio controllabile: da -90° a +90° (180° in totale)
  • Intervallo di temperatura di funzionamento: da -10 °C a +40 °C
  • Dimensioni da chiuso: 244x67x65mm
  • Dimensioni da aperto: 175x240x65mm
  • Peso: 320 grammi

Parrot Skycontroller 3

Per quanto riguarda invece il radiocomando possiamo sapere:

  • Sistema di trasmissione: Wi-Fi 802.11a/b/g/n
  • Frequenza di funzionamento: 2.4 – 5.8 GHz
  • Portata massima di trasmissione: 4km
  • Risoluzione del ritorno video: HD 720p
  • Capacità della batteria: 2500 mAh 3.6V
  • Autonomia: 2h30 (Android) / 5h30 (iOS)
  • Dispositivi mobili supportati: dimensione schermo fino a 6”
  • Porte USB: USB-C (Ricarica), USB-A (Connessione)
  • Dimensioni da chiuso: 94x152x72mm
  • Dimensioni da aperto: 153x152x116mm
  • Peso: 386 grammi

Foto Gallery:

 

Video ufficiale:

Disponibilità e prezzo

Come già anticipato il prezzo sarà di 699.90 euro con disponibilità effettiva dal 2 Luglio 2018, ma online è già possibile vedere delle prime prove effettuate con il drone per capire come registra e come funziona.

Prime considerazioni a freddo

Esteticamente a mio avviso non sarà il massimo della bellezza, ma sulla carta il Parrot Anafi riesce a racchiudere molti aspetti interessanti a partire dal prezzo sicuramente molto competitivo.

Distanza massima e trasmissione video ottime visto che si parla di 4KM e un video in HD come sul Mavic PRO potranno sicuramente darci una mano durante le varie riprese anche se non dovessimo arrivare a certe distanze.

Stabilità: Parrot segnala anche che nonostante il peso di soli 320 grammi il drone è in grado di registrare e stare in volo fino a raffiche di vento di 50KM/h. Sicuramente interessante anche questo aspetto.

Video e foto risultano essere un livello sopra a tutti per questa categoria di droni dove è possibile trovare video in 4K a 30 FPS e foto con risoluzione massima di 5344×4016 pixels. Per quanto riguarda il video è possibile sapere che la rotazione del Gimbal potrà arrivare fino a 180 gradi permettendoci di riprendere anche cielo.

La stabilizzazione dei video è affidata ad un sistema a 3 assi con l’aggiunta di un stabilizzatore digitale per rendere ancora più precisa e ferma la ripresa andando a correggere piccole vibrazioni.

Per quanto riguarda invece autonomia e velocità possiamo riscontare fino a 25 minuti di autonomia e un massimo di 55 KM/h in orizzontale.

Voli automatici presenti: non mancano le modalità di volo intelligenti che ci permettono di attivare follow me, timelapse, hyperlapse, ritorno a casa, trova il mio drone , foto panoramiche a 360 gradi e molto altro ancora. Per vedere tutte le funzioni dell’applicazione dedicata Freeflight 6 potete visitare questa pagina.

Fra le caratteristiche e funzioni che potrebbero mancare su questo drone non troviamo eventuali sensori di collisione e sistema di gesture.

Queste le prime considerazioni che dovranno essere sicuramente ampliate con le prime prove, recensione e soprattutto confronto con i diretti interessati che possono essere come detto all’inizio un DJI Mavic Air, DJI Spark o addirittura anche un Mavic Pro.

Concludo segnalandovi la pagina ufficiale dedicata al Parrot Anafi.

Matteo Hsia