hardwaresoftware

Guida per chi compra il primo telefono android e cosa sapere!

guida-per-chi-compra-primo-smartphone
Visite

Bene ragazzi, oggi voglio cimentarmi a scrivere una breve guida dedicata a tutti coloro che prendono il loro primo telefono android.

Cercherò di essere il più semplice possibile elencando alcuni punti a mio avviso interessanti per chi si affaccia per la prima volta al mondo android e acquista uno smartphone con questo OS.

Sicuramente potrebbe essere un buon ripasso anche per chi possiede già un telefono con Android… Iniziamo pure:

  1. Come prima cosa da sapere è che per utilizzare uno smartphone android al 100% è obbligatorio avere un account google che potrete creare in pochi semplici passi dal telefono oppure inserendo le vostre credenziali se possedete già un vostro account Google.
    Ma cosa serve avere l’account Google?
    Principalmente serve per scaricare le applicazioni dal market android ed usufruire dei suoi servizi se ne avessimo bisogno. Servizi che comprendo la posta elettronica di gmail, Google Calendar e tanti altri in base anche alle nostre esigenze.
    Per impostare l’account Google potremo farlo alla prima accensione del telefono se siamo in presenza di copertura wifi o abbiamo già un abbonamento internet o in un secondo momento andando in impostazioni–>account e sincronizzazione dove potremo aggiungerne uno nuovo o già esistente.
  2. Ok perfetto, dopo che abbiamo creato o inserito le nostre credenziali del nostro account Google, ora potremo accedere al Market Android e scaricare tutte le applicazioni gratis che vogliamo. Per scaricare quelle a pagamento ancora c’è bisogno di avere una paypal o carta di credito. Qui il post dove ho scritto tutto di come scaricare applicazioni e giochi dal proprio telefono android.
  3. Un’altra cosa da sapere per chi passa da un telefono normale a uno smartphone è la durata della batteria attuale che questi dispositivi offrono. Qui alcune opinioni per chi fosse interessato. Ma come risparmiare la batteria sul nostro nuovo telefono?
    Una delle cose più semplici da fare è disattivare la connessione dati che di default sarà attiva sul telefono. Disabilitando solo questa opzione noterete un aumento notevole della batteriavisto che non sarà più necessario lo switch da 2G a 3G e quindi l’accesso alla connessione dati. Ovviamente se abbiamo comprato uno smartphone android, la connessione dati ci serve se vogliamo leggere le email e navigare su internet ovunque noi siamo e quindi il consiglio è:

    • attivare e disabilitare la connessione dati se necessario
    • scegliere se tenere l’email con notifiche un push up automatico e se fare aggiornare applicazioni come facebook, twitter o meteo in automatico. Per impostare i singoli aggiornamenti dovrete entrare nelle singole applicazioni e guardare nelle opzioni disponibili nella voce aggiornamenti automatici.

    Come attivare e disabilitare la connessione dati?

    • basterà andare in impostazioni—>wireless rete–> reti mobili e togliere la spunta a Usa dati a Pacchetto
  4. Altre cose da fare per la durata della batteria? Certamente! Potremo impostare la luminosità dello schermo in automatico, stare attenti a non tenere attivo sempre GPS, Bluetooth o Wireless. Con queste piccole cose la durata della nostra batteria dovrebbe già essere ottimale sempre considerando la durata generale degli smartphone odierni.
  5. Continuando a pensare alle domande che mi sono state poste potrebbe essere interessante sapere quale differenza sostanziale c’è fra un telefono brand o nobrand. In pratica le differenze stanno nell’animazione iniziale in fase di Boot e qualche cambiamento nel menu delle applicazioni dove vengono inserite anche applicazioni dell’operatore. In più gli aggiornamento software arrivano dopo per i telefoni brandizzati salvo qualche eccezione.
  6. Come si fanno gli aggiornamenti software? Gli aggiornamenti software alle varie distribuzioni android si fanno tramite il programma del produttore che trovate sul sito ufficiale nella sezione del vostro telefono o tramite OTA (in the air) andando in impostazioni–>info telefono–> aggiornamenti telefono.
  7. Task killer si o task killer no? Questo è un tasto delicato visto che sul market c’è ne sono davvero tantissimi! Ma cosa sono i task killer?I task killer sono quelle applicazioni che chiudono le applicazioni in background liberando la memoria RAM. Dopo averne provati diversi e guardando l’evoluzione di android mi sentirei di dire di non installare un task killer, anche se secondo me su alcuni telefoni forse potrebbe essere ancora utile. Mi spiego meglio come già detto in altri post:
    • Se abbiamo già un telefono con un hardware buono e ben ottimizzato il task killer possiamo lasciarlo anche a casa, mentre se durante il nostro utilizzo quotidiano con il nostro telefono android vediamo rallentamenti, allora consiglio di installare un task killer visto che liberando la memoria il tutto ritorna fluido. Questa ultima cosa è vera anche se c’è da dire che android è pensato per gestire la memoria RAM in automatico, ovvero una volta raggiunte delle soglie, sceglie quali applicazioni terminare per liberare la RAM. In alcuni telefoni ho notato però che questa cosa non accade e quindi forse un task killer per forzare la chiusura di tutto potrebbe tornare utile. Attualmente su telefono come Galaxy S2 non tocco nemmeno più il task killer, invece vedo che un mio collega lo deve usare purtroppo. Se anche utenti più esperti stanno leggendo questa parte, la loro opinione è ben accetta!
      Potrei dire molto brevemente di non installare un task killer, ma sto cercando di mettermi nei panni di tutti…e non tutti hanno dei super smartphone android di ultima generazione!
  8. Quali applicazioni utili installare? Questa è una bella domanda che mi viene chiesta spesso… La mia risposta è che dipende dai nostri gusti e le nostre esigenze, perchè come per me può essere utile un’applicazione, questa non può esserlo per te. Quindi qui a voi la libera scelta di navigare sul market android e cercare tutto e di più!
  9. Come fare il backup dei dati del nostro nuovo telefono? Qui avevo scritto qualcosa al riguardo.
  10. Con l’ultimo e decimo punto, lascio a voi la parola per fare domande se qualcosa non fosse chiaro.

Bene ragazzi, spero che chi abbia la possibilità di leggere questa breve guida generica dedicata a chi compra il suo primo cellulare con android, possa essere utile e se c’è qualcosa che non ho detto commentate pure. Qui un’altra breve guida che avevo fatto tempo fa.

Una volta presa confidenza con il vostro smartphone android vi segnalo anche queste due categorie del blog che vedo essere interessanti per diversi utenti:

  1. applicazioni per personalizzare il nostro telefono
  2. sezione giochi android

N.B.: La guida in linea di massima può essere applicata per tutti i telefoni con Android che sia un HTC, Samsung, Huawei, LG, Motorola, etc…

Matteo Hsia