AccessoriConsigli Acquisti Online

Quale rilevatore di banconote false comprare? Quali caratteristiche deve avere e migliori modelli

Da sempre i commercianti devono porre grande attenzione durante la loro quotidiana attività perché corrono sempre il rischio di incorrere in banconote false.

quale rilevatore di banconote soldi falsi
468Visite

Se, però, negli anni passati riconoscerle era abbastanza semplice grazie alla loro grossolana fattezza, negli ultimi anni invece è sempre più complesso riconoscere il vero dal falso perché gli esperti di falsificazioni hanno notevolmente migliorato le proprie tecniche.

Per fortuna, però, la tecnologia corre in aiuto di negozianti e di privati cittadini che vogliono essere certi della bontà del denaro che maneggiano: è possibile, infatti, acquistare un rilevatore di banconote false, oggi strumento indispensabile in tutti i negozi.

Ecco, allora, quali sono i migliori modelli in commercio e quali caratteristiche si rivelano indispensabili in un buon rilevatore di denaro falsificato.

Che cosa sono i rilevatori di banconote false

I rilevatori di banconote false sono degli strumenti molto utili che servono per verificare se una banconota, indipendentemente dal taglio, è stata falsificata oppure è originale.

Si tratta, quindi, di uno strumento molto utile e indispensabile per qualsiasi negoziante che non vuole incorrere in truffe o, peggio ancora, nell’accusa si spaccio di banconote false.

La situazione è particolarmente drammatica e il problema non va sottovalutato. Secondo i dati diffusi dalla Banca d’Italia, infatti, nei dodici mesi del 2019 sono state 44mila le banconote ritirate perché false. Il 76% di queste banconote è di taglio da 20 o da 50 euro, un po’ meno le banconote da 5, da 10 e da 100 euro.

Difficilmente, infine, vengono falsificate banconote da 200 e da 500 euro perché sono dei tagli poco accettati dai negozianti e quindi di scarso interesse per i falsificatori.

Molti commercianti per individuare le banconote false utilizzano ancora metodi empirici come il controllo visivo oppure quello tattile.

Nel primo caso si verifica la presenza della striscia brillante che riporta il valore della banconota oppure della filigrana in trasparenza. Nel secondo, invece, si valutano le dimensioni della banconota e la presenza delle scritte in rilievo.

Si tratta, però, di verifiche che possono anche dare un esito fallace perché i falsari sono diventati sempre più abili a riportare questi particolari, quindi l’unico mezzo che risulta davvero efficace è quello dei rilevatori di banconote false.

Si tratta, in pratica, di una macchina elettronica che effettua uno scanner della banconota e riesce a stabilire nel giro di pochi secondi se si tratta di un falso oppure di una banconota autentica.

È importante scegliere un prodotto di ultima generazione perché si corre il rischio di avere un modello poco aggiornato rispetto a quelle che sono le banconote false messe in giro nei tempi più recenti, prodotti davvero ben fatti e simili a quelli veri.

Perché è importante acquistare un rilevatore di banconote false

L’industria della falsificazione ha raggiunto livelli fino ad ora non immaginabili. I falsari, infatti, oltre ad utilizzare una sofisticata tecnologia che consente di riprodurre in modo molto fedele le banconote di ogni taglio, utilizzano anche materiale di qualità che anche ad un controllo tattile può trarre facilmente in inganno.

Inoltre si sono fatti furbi e hanno scelto accuratamente il tipo di banconote da falsificare: non i 5 e i 10 euro, che non consentirebbe loro un guadagno sufficiente se non immettendo in circolazione troppe banconote che, però, li metterebbe anche a rischio di essere scoperti, né tagli eccessivamente alti come i 200 e i 500 che si smerciano con estrema difficoltà perché poco amati dai commercianti, piuttosto banconote di uso comune come i 20 e i 50.

Questo concentrare la propria attenzione esclusivamente su due tagli ha consentito ai falsari di raggiungere davvero risultati incredibili con il materiale a disposizione.

Un commerciante, quindi, deve tutelarsi da queste truffe perché corre il rischio di subire una notevole perdita economica: in caso di banconota sospetta il commerciante ha l’obbligo di farla esaminare in banca, alle Poste o presso la Banca d’Italia e se la stessa si rivela falsificata viene ritirata dal mercato senza alcun rimborso economico per chi la consegna.

Va sottolineato, poi, che tentare di spendere banconote false è un reato penale, quindi non si può rimetterla in circolo sperando di farla franca perché si corre il rischio di problemi legali ben più seri.

L’unica soluzione, quindi, è quella di dotarsi di tutta la strumentazione più idonea per individuare una banconota falsa nel momento in cui un cliente tenta di spenderla, così da garantirsi di spezzare questo circolo vizioso prima che il reato venga effettivamente consumato.

Da qui la necessità di scegliere un rilevatore di banconote false adeguato alle proprie esigenze.

Come funzionano i rilevatori di soldi falsi

Il funzionamento dei rilevatori di banconote false dipende molto dalla tipologia di modello che si sceglie. In commercio attualmente esistono quattro tecnologie comunemente utilizzate per questo scopo: i rilevatori a raggi ultravioletti, quelli con luce bianca, i rilevatori con raggi infrarossi e infine quelli che sfruttano le potenzialità dell’esame spettrografico.

Il modello a raggi ultravioletti è forse il modello più utilizzato in assoluto nei negozi italiani. Con i raggi ultravioletti diventano visibili particolari e scritte che normalmente sono nascosti, una caratteristica che difficilmente i falsari riescono a riprodurre.

I modelli che utilizzano la luce bianca, invece, sono oggi considerati un po’ sorpassati ma sono comunque utilizzabili con successo.

Con questa tecnologia sono più chiari particolari come il filo d’argento, la filigrana e piccole scritte invisibili ad occhio nudo. Con i rilevatori a raggi infrarossi si inizia a fare un primo salto di qualità nel settore.

Questi modelli consentono di individuare tutti i particolari che sono visibili con le altre tecnologie di rilevatori ma non sono visualizzabili ad occhio nudo.

In più la tecnologia a raggi infrarossi dà importanti informazioni anche sul tipo di carta utilizzata, sull’inchiostro e su altri dettagli che i falsari ancora non riescono a riprodurre. Infine l’ultimo tipo di tecnologia è quella che utilizza l’esame spettrografico.

Si tratta di un modello davvero molto avanzato che lo pone come il migliore attualmente sul mercato, che difficilmente sbaglia una valutazione.

Durante l’esame spettrografico la banconota viene irradiata con diversi tipi di raggi che riescono ad evidenziare ogni caratteristica della banconota, riuscendo ad individuare un falso anche molto ben fatto.

Ovviamente ogni tipo di modello di rilevatore di banconote false ha un costo diverso, quindi è importante sapere qual è il budget a propria disposizione per l’acquisto.

Quali caratteristiche prendere in considerazione per scegliere il modello migliore

Uno degli elementi più importanti che si deve prendere in considerazione quando si decide di acquistare un rilevatore di soldi falsi è quello di scegliere un modello che possa essere facilmente aggiornato.

Gli espedienti utilizzati dai falsificatori, infatti, sono sempre più sottili e perfezionati, quindi il software del rilevatore deve essere in grado di poter aggiornarsi ogni volta che la Banca Centrale individua un tipo di falsificazione nuova.

Inoltre è consigliabile acquistare un modello che abbia dimensioni abbastanza contenute. Se si deve posizionare in un negozio, infatti, una versione compatta e maneggevole di un rilevatore di banconote fasulle permetterà di essere sistemato accanto alla cassa, così da controllare in tempo reale le banconote che vengono utilizzate dal cliente per pagare l’acquisto fatto.

Ci sono alcuni modelli di rilevatori che non sono più grandi di una penna e sono perfetti per attività come quella del tassista che non avrebbe lo spazio necessario nell’auto per poter sistemare un rilevatore dalle dimensioni classiche.

Per quei negozianti che si trovano spesso ad entrare in contatto con monete straniere è importante scegliere un modello che sia in grado di rilevare anche banconote false diverse dall’euro: i falsificatori non hanno nazionalità né confini, quindi i pericoli possono venire da ogni fronte.

Sempre al fine di rendere la sistemazione del rilevatore di banconote false quanto più agevole possibile, si consiglia di optare per l’acquisto di un modello che non necessiti per forza di essere collegato ad una presa di corrente.

Scegliendo un modello con alimentazione a batteria oppure con ricarica wireless è possibile sistemarlo ovunque si desideri, anche ad esempio in una bancarella del mercato, purché si scelga un modello con un’autonomia adeguata al tempo di permanenza senza alimentazione a corrente.

A cosa prestare attenzione nella scelta di un rilevatore di banconote false

Fra gli elementi più importanti che vanno presi in considerazione prima di scegliere il modello di rilevatore di banconote false più giusto è quello della certificazione della BCE, ossia della Banca Centrale Europea. I prodotti che hanno questa certificazione sono testati direttamente dalla BCE e sono valutati in modo positivo prima di essere messi in commercio.

Ovviamente non si tratta di prodotti infallibili al 100% perché nessuna macchinetta può assicurare l’infallibilità, però quelle con il certificato BCE hanno un’ottima percentuale di successo e sono sicuramente le migliori sul mercato perché sfruttano tecnologie avanzate e hanno continui aggiornamenti per essere sempre aggiornati anche sulle ultime novità.

Sostanzialmente sul mercato si possono trovare tre tipi di prodotti che hanno il marchio di qualità BCE. Il primo è rappresentato dai dispositivi detti indipendenti per il controllo dell’autenticità che sono quelli che hanno la sola funzione di valutare la qualità delle banconote.

Ci sono poi i moduli di accettazione delle singole banconote, che accettano e valutano una sola alla volta. Infine ci sono le macchinette che si occupano del conteggio delle banconote e allo stesso tempo le scannerizzano per individuare quelle false: di solito questi modelli sono impiegati nelle banche o in quelle realtà dove si maneggia molto denaro.

Per assicurare sempre performance di alto livello, la certificazione della BCE ha una validità di soli 12 mesi. Successivamente a questo lasso di tempo i prodotti devono nuovamente essere verificati per confermare la presenza di tutte le caratteristiche giuste per avere la certificazione.

Solo in questo modo, infatti, si può garantire una seria lotta alla contraffazione e la tutela dei cittadini, dei negozianti e dei fabbricatori di rilevatori di banconote false. Il costo dei rilevatori certificati BCE varia in base al tipo che si sceglie e ovviamente sulla base della tecnologia che il modello sfrutta.

I cinque migliori modelli di rilevatori banconote false

Rispetto a quanto è stato fino ad ora detto e alle caratteristiche più importanti da prendere in considerazione per scegliere il rilevatore di banconote false da acquistare, ecco i cinque modelli consigliati che sicuramente non deluderanno le aspettative di chi li compra.

1. Rilevatore Detectalia D7+M

B00FLNJHYQ Rilevatore di Banconote False Detectalia D7X con 7 Controlli di Contraffazione e Affidabilità al 100% Nei Test Ufficiali della BCE. Non È Necessario Aggiornare per la Valuta Euro

Uno dei rilevatori migliori che si può trovare attualmente sul mercato è rappresentato dal Detectalia D7+M. Si tratta di un rilevatore professionale che è certificato dalla BCE. Ha dimensioni compatte e questo consente di sistemarlo ovunque, anche nello spazio ristretto che si trova vicino alla cassa.

Il modello può essere alimentato a corrente con un alimentatore che è venduto insieme all’apparecchio oppure a batterie ricaricabili ma in questo caso occorre acquistare a parte l’accessorio extra. Può essere facilmente aggiornato grazie alla presa usb che lo collega al pc, così da scaricare tutte le novità che periodicamente vengono introdotte dalla casa madre.

Questi rilevatore di banconote false riesce a svolgere contemporaneamente sette controlli in pochi secondi e, in caso di banconota non autentica, la rigetta ed emette un suono mentre si accende la spia lampeggiante rossa.

Il Detectalia D7+M è progettato per riconoscere gli euro falsi ma può essere utilizzato anche con la sterlina inglese, i franchi svizzeri e il fiorino ungherese. Non è invece abilitato all’utilizzo con i dollari che non riesce a riconoscere.

Oltre ad essere un rilevatore di banconote false la macchinetta funziona anche come contabanconote, potendo avere un report preciso e dettagliato del taglio di banconote inserite e del valore complessivo sia parziale che totale.

Uno dei punti di forza del modello di rilevatore Detectalia D7+M è quello di poter usufruire di un servizio di assistenza tecnica davvero performante.

La garanzia ha una durata di due anni durante i quali è possibile contattare tramite mail l’assistenza per avere una risposta rapida, la verifica del rilevatore ed eventualmente la sua sostituzione.

Il manuale di istruzione è anche in lingua italiano, così come il servizio di assistenza che viene fornita dalla sede italiana dell’azienda. Un prodotto molto performante, quindi, che è adatto ad un uso professionale e per attività commerciali.

B00FLNJHYQ Rilevatore di Banconote False Detectalia D7X con 7 Controlli di Contraffazione e Affidabilità al 100% Nei Test Ufficiali della BCE. Non È Necessario Aggiornare per la Valuta Euro

2. Rilevatore SafeScan 2685

B018DRQ9PG Safescan automatico Bank Note contatore con 3 Opzioni di contraffazione 7 Grau

Questo modello di rilevatore di banconote false sfrutta una tecnologia molto avanzata e soprattutto è pensato per realtà che ogni giorno maneggiano una quantità elevata di denaro, potendo valutare fino a 1500 banconote insieme in un minuto.

Può essere, quindi, un prodotto fin troppo complesso e articolato per un uso di un piccolo esercizio commerciale, anche per il costo non proprio a buon mercato che si aggira intorno ai mille euro.

Le dimensioni di questo rilevatore sono molto compatte, quindi la macchinetta occupa davvero poco spazio però funziona solo se collegato alla corrente elettrica con il cavo che viene fornito all’interno della confezione.

Il modello è certificato dalla BCE e garantisce un risultato veritiero quasi al 100%. Il suo aggiornamento è molto semplice perché viene effettuato attraverso il collegamento al sito della casa madre tramite pc in pochi secondi.

Il suo software interno permette di effettuare in pochi secondi sei tipi di controllo diversi e proprio per questo l’affidabilità del risultato è così alta.

Inoltre lo slot che permette l’inserimento delle banconote può contenere in una sola volta fino a 500 pezzi ma,poiché ha un funzionamento ad alimentazione anteriore, mentre conta e verifica si possono aggiungere sempre nuove banconote, raggiungendo la velocità di 1500 pezzi in un solo minuto, indipendentemente dal verso nel quale le banconote vengono inserite.

Questo modello è anche contabanconote e può realizzare report molto precisi del taglio, del numero e del valore complessivo del denaro inserito. Infine nella confezione del rilevatore c’è un dettagliato libretto di istruzioni che è scritto anche in italiano e permette di affrontare qualunque tipo di problematica.

Se questo non bastasse a risolvere il guasto, però, è possibile procedere con il contatto con l’assistenza tecnica che risolve il guasto in modo veloce ed efficace.

B018DRQ9PG Safescan automatico Bank Note contatore con 3 Opzioni di contraffazione 7 Grau

3. Rilevatore EasyCount 350EC

B00R6K8N9C Rilevatore Banconote False Verifica Conta Banconote a Batteria con Certificazione BCE

Anche questo è un prodotto professionale che ha ottenuto a più riprese la certificazione della Banca Centrale Europea. Questo modello è uno dei più acquistati online ed apprezzato dai clienti perché offre delle performance di alta qualità ma riesce a mantenere un prezzo contenuto rispetto agli altri simili sul mercato.

Il suo livello di affidabilità è pari quasi al 100%, anche grazie alla possibilità di adeguare la macchinetta acquistata agli aggiornamenti periodici semplicemente collegandola con la presa usb ad un pc in rete.

Il modello EasyCount 350EC è utilizzabile sia a batteria che a corrente. La batteria, però, a differenza di quasi tutti gli altri rilevatori di banconote false, è compresa nella confezione quindi si può iniziare fin da subito ad utilizzare la macchina senza metterla in corrente. Una batteria a lunga durata ne fanno un prodotto perfetto da utilizzare anche da parte di quelle attività all’aperto che non hanno sempre a disposizione le prese di corrente necessarie.

Questo rilevatore riesce non solo a valutare ma pure a contare le banconote, in pochi secondi, fornendo un report finale che conteggia tipologia e valore totale.

Funziona con tutte le banconote euro, anche la nuova da 20 euro appena entrata in commercio, e con le più importanti valute straniere.

Il rilevatore di banconote false EasyCount 350EC, quindi, è un prodotto che presenta un ottimo rapporto tra la qualità e il prezzo e si sposa bene con le esigenze di una vasta categoria di negozi e di attività commerciali, sia al chiuso che all’aperto.

Non è, però, un prodotto indicato per quelle realtà che maneggiano parecchio denaro, come gli sportelli bancari, perché non riesce ad avere la velocità necessaria per soddisfare esigenze così professionali. Può essere usato con fiducia, però, in tutti gli altri casi.

B00R6K8N9C Rilevatore Banconote False Verifica Conta Banconote a Batteria con Certificazione BCE

4. Ett 202042

B002KX0EHO Macchine per controllo banconote falsi

Il modello di rilevatore Ett 202042 è il prodotto giusto quando si desidera acquistare una macchina basic che offre le prestazioni essenziali e, ovviamente, ha un prezzo adeguato e quindi basso. Se le necessità sono queste allora l’Ett 202042 è perfetto perché non delude le aspettative.

Le sue dimensioni sono abbastanza compatte e garantiscono la sistemazione dell’apparecchio anche vicino alle casse, se lo spazio è limitato. Uno dei suoi limiti, però, è quello di poter essere alimentato solo con la corrente elettrica, quindi lo rilega esclusivamente ad un uso domestico, all’interno di un negozio, e non per commerci all’aperto.

Il software dell’Ett 202042 sfrutta la tecnologia dei raggi ultravioletti quindi la verifica che effettua è sostanzialmente di tipo visivo. Per questo motivo non necessita di alcun tipo di aggiornamento, per cui non è dotato di presa usb.

Questo rilevatore funziona esclusivamente con l’euro e non è tarato per altre banconote straniere. Anche per quanto riguarda la velocità e la quantità di banconote che possono essere inserite insieme, non offre prestazioni elevate in quanto può verificare il controllo visivo una banconota per volta e non ha anche la funzione di contabanconote.

Infine non è dotato di memoria interna che permette di quantificare il numero e la tipologia di banconote.

Viste tutte le caratteristiche, quindi, è evidente che si tratti di un prodotto molto basic che è pensato soprattutto per quelle piccole attività che vogliono garantirsi un minimo di controllo ma non possono investire cifre importanti per un rilevatore di qualità e performante, per cui acquistano prodotti essenziali dal prezzo molto contenuto.

Le dimensioni estremamente compatte ne permettono l’utilizzo anche in locali davvero piccoli, essendo quasi tascabile, funzione che non può svolgere a causa della mancanza di batteria o caricamento wireless.

B002KX0EHO Macchine per controllo banconote falsi

5. Genie MD 1784

B00BNAOZES Genie MD 1784 – Rilevatore di banconote false con due potenti lampade UV, dispositivo da tavolo

L’ultimo modello che si può consigliare per l’acquisto è il rilevatore di banconote false Genie MD 1784. Si tratta anche questo di un tipo molto economico ma che offre un ottimo rapporto tra la qualità e il prezzo.

Il suo funzionamento si basa su un sistema di due lampade a raggi ultravioletti che illuminano diversi particolari della banconota, consentendo un controllo visivo abbastanza veloce.

Questo ovviamente consente una valutazione parziale ma può essere utilizzato nei negozi più piccoli, che non hanno un budget elevato ma vogliono comunque garantirsi un minimo di protezione. In caso di banconota falsa, infatti, non emette segnale luminoso oppure sonoro ma semplicemente illumina con una fluorescenza il particolare falso.

Funziona esclusivamente con l’alimentazione a corrente, non offre la funzione di contabanconote e non può essere utilizzato con valute diverse dall’euro, però riesce a verificare ogni taglio dell’euro, anche quelli molto piccoli o molto grandi.

Uno dei limiti principali di questo prodotto è il fatto che, in caso di guasto, non è facile reperire le lampade per la sostituzione e questo di fatto rende inutilizzabile il rilevatore che basa i suoi controlli esclusivamente sui raggi ultravioletti.

Nonostante questo, però, si tratta di un buon prodotto per chi vuole spendere poco e avere funzionalità molto limitate ma affidabili.

B00BNAOZES Genie MD 1784 – Rilevatore di banconote false con due potenti lampade UV, dispositivo da tavolo

 

Come ultima cosa ti segnalo tutti gli altri modelli disponibili su Amazon Italia.

Matteo Hsia