Consigli Acquisti Online

Migliori E-Bike da comprare: cosa valutare quale modello scegliere

Andare in bicicletta è la passione di moltissime persone, ed ora che siamo in estate è proprio l'occasione buona per prendere il nostro mezzo preferito e girare per le strade della nostra città, o della campagna, per tenerci in allenamento, risparmiare soldi della benzina, e assaporare un po' d'aria.

quale ebike comprare consigli guida
Visite

Negli ultimi tempi questa passione per le bici ha visto un’evoluzione non indifferente, soprattutto con l’introduzione delle biciclette elettriche a pedalata assistiti, meglio conosciute come E-Bike. Questa novità ha suscitato però non poca confuzione nelle persone, pensando che le E-Bike funzioni più o meno come un motorino.

Nulla di più errato. Ma allora da cosa è dovuto questo successo e cosa sono esattamente le bici elettriche?
Per capirlo a fondo vi spiegheremo di seguito, illustrandovi nel migliore dei modi cosa sia esattamente una E-Bike, e quali sono i modelli migliori che potete trovare sul mercato in questo momento, dandovi inoltre alcuni suggerimenti per valutare al meglio le caratteristiche da tenere a mente al momento dell’acquisto.

Quindi prima di acquistare un’E-Bike è bene informarsi, per non correre il rischio di cadere in qualche delusione.

Che cos’è un’E-Bike e come funziona

Abbiamo capito che l’E-Bike è il mezzo del momento, una tendenza che sta prendendo sempre più piede anche nel nostro paese, ma come funziona esattamente?

Una bici elettrica è un mezzo che ha la stessa struttura di una bici normale, ma dotato di un motore, montato in posizioni differenti in base al modello.

Il motore ha la funzione di supportare lo sforzo causato dalla pedalata, aiutando la spinta e diminuendo la fatica del guidatore.

Il motore viene azionato tramite una leva posta sul manubrio oppure dalla pressione sui pedali, questi sono dotati di un particolare sensore che ne limita l’assistenza, fino ad un massimo di 25 km/h. Superato questo limite il motore si blocca e bisogna pedalare con le proprie forze.

Considerando il peso attorno a cui si aggirano queste tipologie di biciclette, 18-20 kg, risulta alquanto difficoltoso poter pedalare con la sola forza delle proprie gambe.

La maggior parte delle bici elettriche a pedalata assistita rientrano nella normativa CE 2002/24 che impone una potenza massima a regime di 250W, montano un sensore di coppia, il cui scopo è quello di stoppare il motore appena si interrompe la pedalata.

Esistono però sul mercato anche varianti più potenti, la cui normativa è stata regolamentata solamente di recente. Vengono chiamate S-Pedelec ed hanno una potenza superiore ai 350W che gli permettono di arrivare fino a 45 km/h.

Purtroppo però questa tipologia di bici elettriche è soggetta ad una normativa piuttosto severe e rigorosa.
Dal gennaio 2017 infatti, tutte le bici elettriche con potenza ≤ 1000W e una limitazione della velocità superiore ai 25 km/h, sono considerati alla stregua di veri e propri ciclomotori. Per tale motivo tutti i possessori di S-Pedelec devono targarle, assicurarle, e addirittura pagare la tassa di circolazione. Inoltre le bici S-Pedelec devono essere dotate di specchietto retrovisore e di fanali anteriori e posteriori. Si impone inoltre l’utilizzo obbligatorio del casco.

Molte marchi famosi hanno limitato la produzione di questa tipologia di biciclette proprio a causa di tutte queste restrizioni, limitandone di fatto l’interesse.

Come è fatta una E-Bike

Le biciclette elettriche sono dotate di un motore posto nella parte centrale, dove avviene il movimento principale. La scelta di questa dislocazione è dovuta al fatto che così facendo si hanno i maggiori benefici per quanto riguarda l’efficienza, il comfort, le prestazioni, e anche una migliore distribuzione del peso.

Oltre a ragioni puramente tecniche, dislocare il motore in questa posizione permette di mantenere inalterato il design del mezzo, che si rivela più affine a quello delle bici classiche, senza inficiare dunque sulla comodità e percezione di guida che risulta del tutto identica a quella delle biciclette tradizionali.

Le bici elettriche per funzionare hanno bisogno delle batterie, in questo caso ogni motore monta batterie agli ioni di litio ricaricabili, e in alcuni casi anche batterie al piombo (anche se oramai quasi in disuso) che garantiscono una potenza di intorno ai 300-500 W.

La durata della batteria dipende da diversi fattori, tra i quali la tipologia, il modo d’uso e l’intensità con la quale si utilizza l’assistenza di guida. Tutto ciò influisce sull’autonomia che può variare tra i 30 e 90 km, in casi più performanti anche fino a 120 km.

Sulla batteria sono installati degli accumulatori che hanno lo scopo di gestirne varie funzioni, come le operazioni di ricarica, l’erogazione di energia, e la misura di parametri esterni dovuti a temperature, umidità, stato di carica e di salute delle singole celle. Tale sistema permette di valutare di volta in volta la necessità di ricarica della batteria, prolugandone di fatto la vita grazie ad un’attenta manutenzione ed uso.

Differenza tra E-Bike elettrica e con pedalata assistita

Arrivati a questo punto però è necessario fare alcune nette distinzioni, difatti non tutte le biciclette elettriche sono uguali, o funzionano alla stessa maniera.

Le biciclette elettriche si distinguono in due grosse categorie:

  • quelle con sistema di accellerazione
  • e quelle con pedalata assistita.

Queste presentano alcune caratteristiche piuttosto differenti l’una dall’altra, e anche agli occhi della normativa vigente, che le classifica in modi diversi.

Le differenze sostanziali riguardano soprattutto il loro funzionamento.

Quelle con sistema di accellerazione sono dotate di un motore elettrico che viene azionato tramite una leva, quasta è posta in corrispondenza del manubrio e serve proprio ad accelerare, indipendentemente dall’uso dei pedali.

Proprio per tale caratteristica, questa tipologia di bici viene considerata piuttosto alla stregua di un motorino elettrico, piuttosto che una bicicletta, pertanto sono soggette ad alcune regole legislative che vanno seguite e rispettate.

Necessitano infatti di essere immatricolate, omologate, avere una targa, un’assicurazione ed è obbligatorio indossare il casco (anche se al momento la tipologia non è stata ancora ben definita).

A differenza delle prime, quelle ad accellerazione assistita sono invece dotate di una centralina elettronica intelligente, che serve ad azionare il motorino dei pedali quando questi vengono messi in azione, e a fermarli quando non sono in funzione.

In alcuni casi l’assistenza alla pedalata può essere azionata tramite i comandi posti sul display di comando, selezionandone il livello.

Il motorino quindi non va a sostituirsi completamente alla pedalata, piuttosto aiuta a mantenere attiva la bicicletta e a fare meno sforzo durante certi percorsi. Per cui basta pedalare ogni tanto per riattivare il motorino e far andare la bicicletta.

Quali caratteristiche guardare e come valutare un buon acquisto

Quando si acquista una bicicletta elettronica bisogna tenere a mente alcune caratteristiche importanti, per evitare di acquistare qualcosa di sbagliato e non adatto alle proprie esigenze.

Tra le caratteristiche da prendere in considerazione ci sono:

  • Potenza del motore – in primo luogo ciò che bisogna controllare è la potenza del motore, e quanta velocità questo consente di raggiungere. Putroppo in Italia la legge parla chiaro, e anche i produttori delle marche più prestigiose non possono superare certi limiti.
    Questi limiti impongono che i motori non sviluppino una potenza superiore ai 250W e che le biciclette non raggiungano velocità superiori ai 25 km/h. In caso contrario verrebbero catalogate come motorini e quindi soggetti alle rispettive norme.
    Il motore di una bici elettrica può essere montato in due diverse maniere: la prima consiste nell’inserirlo nel mozzo di una delle ruote, anteriore o posteriore, mentre la seconda alternativa è quella di montarlo in corrispondenza dei pedali.
    La prima alternativa agisce direttamente sulla ruota agevolandone la marcia, mentre la seconda alternativa agisce sulla corona della catena, in questa maniera si ha più spinta soprattutto su percorsi in pendenza.
  • Sistema di controllo – è la seconda caratteristica da prendere in considerazione, tanto importante quanto il motore. Questo consente di avere il pieno controllo su diversi aspetti della bicicletta, tra cui la potenza.
    Esistono sostanzialmente due differenti tipi di sistema di controllo: uno a pressione e l’altro a cadenza di pedalata.
    Nel primo caso il funzionamento avviene tramite la pressione dei piedi sui pedali, il motore viene azionato ed eroga la potenza necessaria in base al livello di assistenza selezionato. Anche se questo meccanismo richiede in ogni caso un minimo di sforzo da parte del conducente, è in grado di regalare ottimi movimenti e spostamenti rapidi, mantenendo la velocità sostenuta.
    Nel caso invece della cadenza di pedalata, l’azionamento del motore avviene tramite l’utilizzo di alcuni comandi posti sul manubrio, che mettono in funzione il meccanismo immediatamente. Questo tipo di sistema di controllo rende la pedalata quasi superflua, lasciando il lavoro più difficile alla potenza del motore.
  • La Batteria – ultimo ma non meno importante degli altri, anzi forse quasi fondamentale, è il tipo di batterie impiegate. La batteria infatti garantisce livelli di autonomia più o meno elevati, in base alla tipologia e a diverse condizioni durante la pedalata.
    La maggior parte delle biciclette elettriche monta ormai le batterie al Litio, più leggere, più durature e più resistenti (sono in grado di resistere a molti cicli di ricarica senza rovinarsi). Il loro peso contenuto influisce in maniera positiva sul peso complessivo della bicicletta.
    Esistono poi anche le batterie al piombo, ormai però quasi del tutto abbandonate, in quanto più pesanti di quelle al Litio e anche più inquinanti.

Modelli di E-Bike in commercio

Ora che abbiamo effetuato una panoramica sulle caratteristiche di una E-Bike e su come scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze, vediamo cosa ci offre il mercato.

In commercio esistono moltissimi modelli, e spesso è difficile valutare attentamente quello che più fa al caso nostro. Per questo abbiamo voluto fare una selezione dei modelli più gettonati ed apprezzati presenti sui maggior e-commerce attualmente in circolazione.

Potrete quindi valutare attentamente tra una selezione di modelli più ristretta e scegliere con maggior consapevolezza quello che più vi piace.

Amazon come sempre è il luogo migliore dove trovare buoni affari, valutare ogni prodotto anche in base ai feedback offerti dagli altri utenti.

Nilox Doc X1 Plus, Bicicletta Elettrica Pieghevole, Motore 36v Unisex – Adulto, Bianco, Taglia Unica

B07D7M65F9Nilox Doc X1 Plus, Bicicletta Elettrica Pieghevole, Motore 36v Unisex – Adulto, Bianco, Taglia Unica

Questa bici elettrica, dal prezzo piuttosto conveniente, è adatta a chi per la prima volta si affaccia a questo mondo e vuole provare una modello di questa categoria.

È una bicicletta ecologica, che si adatta piuttosto bene ai percorsi urbani, utile quindi per chi non vuole prendere la propria macchina. Può raggiungere una velocità massima di 25 km/h, grazie al motore elettrico brushless High Speed da 250W, ed è dotata di ruote da 20 pollici, inoltre è provvista di pedalata assistita facilmente attivabile grazie alla leva posta sul manubrio.

Nella parte posteriore è presente il portapacchi, il sellino è ergonomico, e le ruote sono dotate di parafanghi. È presente una presa USB per poter collegare il proprio telefonino e risulta inoltre molto pratica e comoda grazie al telaio ripiegabile, che consente di trasportarla a mano la dove è impossibile usarla.

La batteria è di quelle a sgancio rapido, quindi facili da smontare e trasportare. Con una carica permette un’autonomia di circa 20 – 25 km, e può essere ricaricata in sole 3 ore.

La Nilox Doc X1 consente anche di muoversi sfruttando solamente la pedalata, nel caso non si voglia usare il motore o la batteria si scarichi.

Nilox E Bike X5, Bicicletta Elettrica City Bike a Pedalata Assistita, Ruote 26”, Velocità 25km/h, Autonomia 55km, Nero

B07CZV3B38Nilox E Bike X5, Bicicletta Elettrica City Bike a Pedalata Assistita, Ruote 26”, Velocità 25km/h, Autonomia 55km, Nero

Nilox è ormai esperta nella realizzazione di E-Bike che raggiungono eccellenti compromessi tra prestazioni, qualità e prezzo. Mantendo un costo basso, Nilox riesce a coniugare funzioni e struttura della bicicletta, garantendo alti standard di comfort e prestazioni.

È dotata di un motore High Speed da 250W, che può essere attivato tramite il comando posto sul manubrio, e può arrivare ad una velocità massima di 25 km/h, aiutando notevolmente la pedalata in caso di strade in salita.

Il cambio Shimano a 6 marce aiuta a gestire la pedalata.

Le ruote sono da 26 pollici ed equipaggiate con freni v-brake, questi garantisco un alto livello di grip su ogni terreno, sia che si tratti di strade di città che di campagna.

Il motore funziona grazie ad una batteria al Litio facilmente smontabile per facilitare le operazioni di ricarica, e consente un’autonomia di pedalata di 55 km.

È una bicicletta elettrica costruita con materiali resistenti, ad un prezzo accessibile e adatta a chi desidera un mezzo sicuro e a buon mercato.

AMDirect Biciclette Elettrico Mountain Bike E-Bike 26 Pollici 21 Sistema di Trasmissione Velocità con Torcia Elettrica con Batteria al Litio Staccabile 250W 36V 8Ah, Nero

B075GP2N38AMDirect Biciclette Elettrico Mountain Bike E-Bike 26 Pollici 21 Sistema di Trasmissione Velocità con Torcia Elettrica con Batteria al Litio Staccabile 250W 36V 8Ah, Nero

Per chi invece predilige delle prestazioni migliori e non vuole accontentarsi di muoversi solo in città ma adora affrontare anche percorsi più sterrati, questa è la bicicletta che sta cercando.

Realizzata con un telaio in lega di alluminio, che la rende più leggera, ha una forcella in acciaio al carbonio extra forte e ammortizzatori, che ne rendono la guida più confortevole in caso di buche. Le ruote da 26 pollici sono dotate di cerchioni in alluminio, freni a disco anteriori e posteriori, e un sistema di cambio a 21 posizioni.

La bici è inoltre equipaggiata con una luce a LED anteriore e un campanello, che ne garantiscono un certo livello di sicurezza nelle ore notturne.

Il design è ergonomico e offre un corfort elevato, il manubrio e il sellino sono regolabili, in modo da poter trovare il giusto equilibrio e stabilità per poter pedalare al meglio. È possibile inoltre selezionare due modalità di guida, una solo pedalata e l’altra pedalata assistita, oppure combinare entrambe le funzioni per avere prestazioni più elevate.

Il motore è dotato di una batteria al Litio da 250W (36 V/8 AH) che consente un’autonomia di ben 25 – 50km, e può essere smontata facilmente per agevolare le azioni di ricarica.

La fascia di prezzo non è altissima, e il prodotto si presenta in ogni caso ben costruito e solido, adatto quindi a chi vuole acquistare la sua prima bici elettrica e non vuole rinunciare alla qualità ad un prezzo abbordabile.

Argento Performance, Bici Elettrica Unisex Adulto

B07D6VVFCNArgento Performance, Bicicletta Elettrica, Mountain Bike a pedalata assistita, Assicurazione AXA “Tutela Famiglia” inclusa, Route Kenda 27.5”, Unisex – Adulto, Rosso

Le E-Bike sono pensate per soddisfare tutte le esigenze, anche quelle più elevate. Difatti Argento Perfomance è una bicicletta elettrica appositamente studiata e progettata per chi desidera prestazioni elevate e il massimo dell’efficienza e dell’affidabilità.

È realizzata con un telaio molto leggero e robusto, e monta delle ruote fat Kenda da 26 pollici, con una larghezza di 4 pollici (10 cm circa) che gli consentono di muoversi agevolmente su terreni sterrati.

Il comfort della bici è incrementato da una sella imbottita Royal, confortevole sia su terreni accidentati che sull’asfalto della città.

È equipaggiata con un motore posteriore 8FUN da 36 V/10.4 AH, che sviluppa una potenza di 250W, per una velocità massima di 25 km/h. I 5 livelli di pedalata assistita garantisco una guida meno faticosa, e un’autonomia fino a 80 km, distanza influenzata in ogni caso da diversi fattori come peso della persona, tipo di percorso e sforzo del motore.

Il cambio SHIMANO a 7 rapporti aiuta a regolare l’intensità della pedalata, e l’impianto frenante Tektro garantisce livelli di sicurezza elevati.

La bici è inoltre dotata di un comodo display LCD, con il quale è possibile tenere sotto controllo le principali funzioni della bicicletta, il livello della batteria e molto altro ancora.

Questa E-Bike è in grado di garantire elevate prestazioni, comportandosi in maniera impeccabile su terreni sterrati, grazie anche all’utilizzo di ruote larghe. È quindi un mezzo adatto per chi ama l’avventura e vuole concedersi il lusso di utilizzare un prodotto affidabile e ben progettato, rinunciando all’economicità.

In più è disponibile un’assicurazione AXA “Tutela Famiglie”, che copre danni fino a 5000 euro, e un’assistenza medica e sanitaria sempre disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 in caso di infortuni.

NCM Moscow Bicicletta elettrica Mountainbike, 250W, Batteria 48V 13Ah 624Wh

B07DWGVGZWNCM Moscow Bicicletta elettrica Mountainbike, 250W, Batteria 48V 13Ah 624Wh (Bianco 29″)

La mountain bike di NSM è una bicicletta progettata appositamente per soddisfare esigenze particolari di pedalata, agevolandone lo svolgimento grazie al motore Das-Kit X15 che sviluppa una potenza di 250W. Il motore è posto nella parte posteriore della bici ed è in grado di raggiungere una velocità massima di 25 km/h.
L’intensità della pedalata può essere regolata grazie ai sei livelli di pedalata assistita, il più basso dei quali è il livello 0, in cui è esclusa completamente l’uso del motore. In questo caso la pedalata è completamente sotto il controllo del guidatore, che deve sfruttare la propria forza. Aumentando i livelli la pedalata diventa sempre più agevole e meno faticosa.

Il motore della NCM è alimentato da una batteria agli ioni di litio DeHawk da 48V che garantisce un’autonomia di 120 km, ciò permette di coprire lunghi percorsi.

La bici è dotata di una porta USB, collegata alla batteria e con la quale è possibile ricaricare il proprio smartphone, e di un display LCD attraverso il quale si possono tenere sotto controllo diverse utili funzioni, come ad esempio la velocità, la carica residua della batteria, la distanza percorsa e il livello di assistenza della pedalata.

La NCM è realizzata con materiali resistenti tra i quali la lega di alluminio di cui sono composti il telaio e la forcella. Questo ne garantisce un peso piuttosto ridotto e una maggior maneggevolezza.

È una bicicletta che si adatta perfettamente su strade e sentieri sterrati, anche se se ne sconsiglia l’utilizzo su terreni particolarmente accidentati come quelli di montagni con più dislivelli.

Brinke BR-Allroad

B00QMODVSQBrinke ALLROAD Bicicletta elettrica Motore motore centrale 8FUN brushless 36v 420w 700c batteria Samsung ad alta efficienza da 36v 11.6 Ah (420w) con BMS (BATTERY MANAGEMENT SYSTEM)

Considerata come una delle migliori biciclette elettriche in circolazione, la Brike BR-Allroad si differenzia dalle altre per l’ampia autonomia che fornisce la batteria. È una bicicletta che si adatta bene tanto ai percorsi stradali quanto a quelli sterrati di un certo livello, e sarà sicuramente amata da tutti coloro che cercano un po’ di brio ed avventura nelle loro escursioni.

La bicicletta è stata concepita sfruttando quanto possibile tutte le nuove tecnologie, specialmente per quanto riguarda il motori, un Brushless 8Fun, che sviluppa una potenza di 250W e assicura affidabilità, efficienza e potenza. Tutte caratteristiche che si notano soprattutto sulle pendenze.

La velocità massima che si può raggiungere è di 25 km/h, e si può regolare l’assistenza alla pedalata grazie al display posto sul manubrio, che fornisce tutti i comandi e le funzioni indispensabili per manovrare al meglio la bicicletta. Si possono regolare fino a 5 diversi livelli di assistenza, inoltre dal display si può tenere sotto controllo il livello della batteria. Per poter attivare la pedalata assistita è necessario premere il pulsante SoftStart presente sul manubrio, inoltre il cambio Shimano Deore a nove rapporti consente di regolare l’intensità della pedalata aiutando di gran lunga durante i percorsi in salita.

Quest’ultima ha un’autonomia di 80 km, ed è una Samsung da 36V 11.6 AH (all’incirca 420W di potenza), facilmente estraibile per poter essere trasportata o ricaricata ovunque ci si trovi. Il tempo di ricarica può variare dalle 4 alle 6 ore.

La Brinke BR-Allroad è stata realizzata con materiali leggeri ma resistenti, il telaio infatti è in alluminio, il che ne alleggerisce notevolmente il peso e la rende estremamente manovrabile, oltre a sforzare di meno la batteria.
Insomma un vero gioiellino per tutti coloro che sono appassionati di bici e vogliono divertirsi affrontando percorsi avventurosi.

Non hai trovato la tua bicicletta elettrica? Scopri tutti gli altri modelli disponibili su Amazon Italia.

Conclusioni

L’acquisto di una E-Bike è certamente un investimento che troverà riscontro con il tempo. Dato l’elevato costo di questa tipologia di biciclette valutarne l’acquisto è una cosa che va ponderata, soprattutto in funzione del fatto di quanto e come si utilizza questo mezzo.

È importate innanzitutto chiarire l’uso che se ne vuole fare e il tipo di percorso su cui utilizzarla.
D’altronde chi vuole trovare un mezzo alternativo alla macchina, da utilizzare in città, troverà nelle biciclette elettriche il mezzo ideale, favorevole agli spostamenti e con il vantaggio di ridurre notevolmente la fatica della padalata grazie al motorino integrato.

Le E-Bike sono quindi il mezzo ideale per chi ama le biciclette, ma allo stesso tempo non vuole faticare troppo con lo sforzo fisico, percorrendo in ogni caso lunghe distanze. Se ne consiglia quindi l’acquisto, e per cominciare si può optare per modelli più economici ma affidabili, nel caso le si voglia usare solo per passeggiate e per rilassarsi, mentre è invece consigliabile mirare a modelli di fascia superiore se se ne deve fare un uso intensivo ed affrontare percorsi che abbiano anche tratti in salita.

Matteo Hsia