Scopri anche…

AccessoriConsigli Acquisti Online

Quale lettore di codici a barre comprare? Cosa sono e come si usano

Non sai come iniziare per scegliere un lettore di codici a barre? Allora scopri cosa sono, come funzionano e quali modelli comprare online.

quale lettore codici a barre comprare
Visite

Chi ha intenzione di tenere sotto controllo gli articoli acquistati da ogni punto di vista può prendere in seria considerazione l’ipotesi di comprare un lettore di codici a barre. Si tratta di un apparecchio di piccole dimensioni, ma dalla funzionalità molto rilevante per riconoscere rapidamente eventuali truffe. Tale dispositivo può servire sia per fini domestici che per la propria attività commerciale.

Nella guida seguente, cercheremo di capire quale lettore di codici a barre comprare. Cercheremo di sottolineare gli aspetti in grado di fare la differenza per un acquisto ben compiuto, dando un’occhiata alle caratteristiche principali che non dovrebbero mai mancare in un prodotto di questo tipo. Dopodiché, verranno messi a confronti sei lettori di codici a barreconsiderati tra i migliori in commercio, con la chance di poter scegliere quello maggiormente adatto alle proprie esigenze.

Che cos’è un lettore di codici a barre

Prima di entrare nei particolari relativi all’acquisto del miglior lettore di codici a barre, è necessario sapere di cosa si tratti.

Stiamo parlando di un apparecchio di piccole dimensioni che viene, di solito, utilizzato dagli esercenti per aggiungere i vari prodotti ai relativi scontrini con estrema rapidità. Tale marchingegno effettua la lettura degli articoli di un negozio o supermercato senza compiere alcun genere d’errore, sostituendosi ad un computer o ad un registratore di cassa. In questo modo, avere la completa gestione di un magazzino anche dalle misure generose diventa molto più facile, con la chance di tenere d’occhio le fatture e il sistema di entrate ed uscite.

Il dispositivo è noto anche con la semplice denominazione di barcode e nasconde una serie di punti di forza tutti da tenere in considerazione. È giunto il momento, dunque, di mettere a confronto i vari parametri necessari per comprare il dispositivo giusto e fare in modo che garantisca un elevato rendimento per un arco di tempo molto lungo.

Le tipologie di codici a barre più diffuse

Prima di conoscere in maniera più approfondita le tipologie disponibili dei lettori di codici a barre, bisogna avere un’idea ben chiara sui codici a barre veri e propri.

Questi ultimi, a loro volta, vengono categorizzati in base ad un metodo ben preciso. Essi corrispondono ad una sequenza di numeri o lettere che vanno a costituire un sistema di linee dallo spessore che varia di millimetri. Entrando nei particolari, sono due i generi di codici a barre diffusi a livello globale, entrambi in grado di assolvere le loro funzionalità nella maniera migliore possibile. Eccoli:

  • I codici 1D sono così chiamati perché caratterizzati da un’unica dimensione e sono quelli maggiormente visibili in commercio. Sono formati ad un insieme di numeri o numeri e lettere e si manifesta tramite una sequenza di barre disposte in senso verticale. Le informazioni vengono lette in base ad un’unica figura in linea. Tali codici comprendono altre sotto-categorie, quali ad esempio il code 128 utilizzato nel settore industriale ed amministrativo e l’EAN 13 che riguarda la maggior parte dei prodotti messi in vendita dai supermercati e dai centri commerciali.
  • I codici 2D sono quelli contraddistinti da due dimensioni e dalla tipica forma di un quadrato, con diverse linee che vanno a costituire un vero e proprio labirinto. Riescono ad offrire una maggiore quantità di informazioni e sono molto diffusi nei settori della medicina e della farmacia. Inoltre, sono in grado di mettere in mostra il codice prodotto e la matricola di ciascun articolo, garantendo maggiori funzionalità rispetto ai cari e vecchi codici 1D. Ad ogni modo, bisogna scegliere la tipologia che più si adatti alla destinazione d’utilizzo.

Le tipologie di lettori tra le quali scegliere il meglio

Anche per quanto riguarda le tipologie di lettori di codici a barre, si può parlare di un vero e proprio dilemma. Sono infatti due i generi di prodotti disponibili in commercio, ciascuno dei quali può servire per una determinata modalità. Stiamo parlando dei lettori wireless e dei lettori cablati.

Scopriamo le caratteristiche principali di ciascuna tipologia.

  • I lettori wireless funzionano tramite un sistema di radiofrequenza o mediante l’innovativa rete Bluetooth, ormai disponibile su tutti i dispositivi mobili di ultima generazione e non solo. Sono indicati per coloro che devono lavorare nei magazzini, o comunque che hanno la necessità di agire con rapidità e muoversi senza pausa per leggere numerosi codici in pochi attimi. In alcuni esercizi commerciali di grandi dimensioni, i clienti possono gestire in prima persona gli scontrini che devono essere scaricati e pagarli senza alcuna difficoltà.
  • I lettori cablati, come si può ben intendere, sono quei barcode che funzionano con l’ausilio di un sistema formato da una sequenza di fili. La loro funzionalità è altamente consigliata all’interno dei centri commerciali, con un collegamento diretto con un computer o una cassa. Non hanno bisogno di essere spostati: è sufficiente lasciarli al loro posto per fare in modo che agiscano al meglio. A tal proposito, bisogna prestare la massima cautela alla compatibilità fra l’interfaccia e il terminale con il quale deve andarsi a collegare, senza lasciare in secondo piano il sistema tecnologico del quale si dispone e la dotazione di cavi e connettori presente nella propria attività.

Le tipologie di sensori dei lettori di codici a barre

La terza e ultima distinzione che deve essere fatta quando bisogna scegliere un lettore di codice a barre riguarda l’utilizzo del miglior sensore. Anche in questo caso, effettuare la scelta giusta è abbastanza semplice.

Nella maggior parte dei casi, si ha a che fare con lettori portatili dalla forma a pistola, dall’aspetto che può sembrare pericoloso ma in realtà non lo è assolutamente. Le tipologie principali di sensori a disposizione dei potenziali clienti sono tre. Scopriamole insieme.

  • Il sensore CCD funziona con l’aiuto di una comoda luce in LED di ultima generazione e riesce ad agire fino ad un massimo di 30 centimetri di distanza. Riconosce in maniera istantanea il codice a barre di un determinato prodotto e funziona al meglio sia insieme ad un lettore a contatto che ad uno a pistola. Viene generalmente adoperato in collaborazione con prodotti dalle dimensioni molto contenute e all’interno di farmacie e negozi non troppo ampi. Il punto di forza dei lettori di codice a barrecon tale sensore è senz’altro rappresentato dagli scarsi ingombri e da una leggerezza fuori dal comune.
  • Il sensore laser è già molto più sofisticato rispetto alla versione citata in precedenza. Il barcode che possiede tale sistema riesce a leggere i vari articoli ad una distanza massima in grado di superare i 2 metri. Di conseguenza, va benissimo per supermercati e magazzini, con la chance di monitorare oggetti dalle dimensioni piuttosto generose. L’apparecchio funziona al meglio in collegamento diretto con una serie di raggi laser e con una testina che non rallenta la lettura e incrementa le prestazioni del lettore. La maggior parte dei lettori a distanza è munita di un chip di questo genere, specialmente per quanto riguarda il controllo dei bagagli negli aeroporti e dei vari pacchi che i corrieri devono consegnare.
  • Infine, i sensori imager sono forse considerati come i più efficaci in assoluto e sono apprezzati per la loro lettura semplice e velocizzata. Anche i codici non perfettamente leggibili non causano alcuna difficoltà a marchingegni di questo genere. Chi vuole tenere d’occhio i più complicati codici 2D può farlo grazie a questi dispositivi considerati ai limiti del miracoloso, ottimi soprattutto in farmacia e in quei negozi nei quali il margine d’errore deve essere pressoché annullato.

Ulteriori parametri per definire quale lettore di codici a barre sia il migliore

I parametri per cercare di selezionare il miglior lettore di codici a barre disponibile in commercio non sono assolutamente terminati qui. Ci sono altri fattori da considerare al momento dell’acquisto, che non vanno lasciati in secondo piano per alcuna motivazione.

Scopriamoli insieme, al fine di avere un quadro generale e abbastanza preciso riguardo all’acquisto che si vuole portare a termine.

  • La rapidità dello scanner di codici a barre va tenuta d’occhio nei minimi dettagli. Non a caso, la funzione essenziale di questi piccoli chip deve corrispondere alla capacità di rendere maggiormente efficiente la gestione di un esercizio commerciale o di un magazzino. Con tale sistema, un luogo ricco di prodotti da suddividere in categorie viene monitorato a dovere. L’operatività dei migliori barcode deve essere pressoché istantanea. Non appena viene effettuato il collegamento fra il sensore e il dispositivo di origine, non dovrebbe esserci la necessità di attivare alcun genere di applicazione, dato che sarebbe soltanto una perdita di tempo. Il miglior esemplare in commercio dovrebbe essere capace di leggere in maniera automatica e sequenziale i vari codici a barre senza premere alcun tasto e risparmiando un arco di tempo molto elevato. I migliori scanner riescono a riconoscere una quantità elevata di codici in un attimo con l’ausilio di una comoda tastiera a scomparsa, oltre ad essere in grado di leggerli anche in senso contrario e senza dover perdere tempo per girare il lettore nel verso di ciascun codice. Con questi piccoli accorgimenti, è possibile usufruire di uno strumento dalla velocità e dalla qualità davvero sorprendenti.
  • Un elemento molto importante per la scelta del lettore di codici a barre è rappresentato dalla scelta della miglior batteria. La sua capacità può risultare fondamentale per il corretto e duraturo funzionamento del dispositivo, soprattutto per quanto riguarda i barcode wireless. Dispositivi di questo genere dovrebbero essere concepiti per durare per diversi mesi nella modalità standby senza scaricarsi da un momento all’altro. In questo modo, possono essere adoperati senza la necessità di alcuna ricarica o nuovo acquisto. Magari, si può scegliere un prodotto che consenta la ricarica tramite un semplice cavo USB, capace di garantire elevati standard in materia di praticità e maneggevolezza.
  • Anche i materiali hanno una loro incidenza molto elevata sulla scelta del lettore di codici a barre. Devono essere di ottimo livello e capaci di restare intatti di fronte a sollecitazioni che sono considerate molto pericolose per la loro funzionalità, quali ad esempio urti, graffi e cadute da un’altezza abbastanza elevata. Un buon barcode non può danneggiarsi in maniera irreparabile al primo scontro con un altro oggetto, ma piuttosto essere sempre pronto all’utilizzo e dalla robustezza più che conclamata.
  • Infine, un altro elemento fondamentale è rappresentato dal rapporto fra qualità e prezzo. In tal caso, è necessario portare avanti una valutazione di carattere generale. Non è necessario trovare un prodotto dai costi elevati per avere a propria disposizione una qualità estremamente alta. È possibile sostenere una spesa contenuta con la chance di utilizzare un prodotto di ottimo livello, con completezza e duttilità tutte da apprezzare. Non devono mancare le opzioni citate in precedenza, come ad esempio la chance di archiviare i vari codici a barre con facilità e velocità o di leggere una lunga serie di codici differenti. D’altronde, un apparecchio del genere viene concepito proprio per velocizzare i tempi e leggere codici 1D e 2D, compresi quelli che in condizioni normali sarebbero più complicati da decifrare. In linea di massima, i sistemi senza fili si lasciano preferire rispetto a quelli che necessitano di collegamenti diretti proprio per la loro assoluta praticità, oltre che per la possibilità di spostarli anche ad una certa distanza senza rischi di malfunzionamento.

6 lettori di codici a barre tra i più interessanti su Amazon

A questo punto, mettiamo a confronto sei modelli di lettori di codici a barre, con la possibilità di trovare quello maggiormente adatto alle proprie esigenze specifiche.

 TaoTronics Lettore Codici Barcode Scanner

B00IYDBY32TaoTronics Lettore Codici Barcode Scanner a Barre Universale Laser Ottico con Cavo USB per PC/Notebook, Windows XP / 7/8 ecc – Nero e Giallo

Iniziamo dal dispositivo fornito dal marchio TaoTronics. Si tratta di un lettore di codici a barre contraddistinto da un comodo sistema plug-and-play, realizzato in una plastica ABS dalla qualità certificata dalla durata molto elevata. Il suo design è pratico e maneggevole e consente un’impugnatura estremamente semplice.

Molto bene il collegamento tramite sistemi USB, con la chance di lavorare in maniera diretta con la collaborazione di sistemi come il Novell.

Riesce a supportare i principali formati di scanner di codici a barre senza alcuna difficoltà grazie ad un’elevata capacità di decodifica e lettura. Inoltre, riduce al minimo il margine d’errore e favorisce l’esecuzione di transazioni dal massimo dettaglio. Non necessita di alcun genere di software per il suo corretto funzionamento e si lascia apprezzare per un ottimo connubio fra semplicità ed efficacia pura.

Inateck Lettore di Codici a Barre Scanner Laser Wireless Senza Fili

B075XKWG9MInateck Lettore di Codici a Barre Scanner Laser Wireless Senza Fili 2.4GHz, portata 35 m, Automatico, Veloce e Preciso, Durata in uso circa 15 giorni, BCST-60

Proseguiamo con il barcode offerto dal brand Inateck, caratterizzato da una frequenza grafica pari a 2.4 GHz. Può agire sia tramite modalità wireless che mediante collegamento diretto via cavo.

Ciascun adattatore può essere connesso fino ad un massimo di ben otto lettori, con una batteria interna capace di durare anche per 15 giorni senza particolari impedimenti.

Può essere un ottimo prodotto per coloro che devono gestire un grande magazzino o un supermercato ed è in grado di leggere codici anche di difficile decifrazione. La sua qualità media non cala col passare del tempo grazie ad una tecnologia di ultima generazione, con dati caricabili senza generare alcun tipo di confusione.

La lettura può essere effettuata mediante quattro diverse modalità: manuale, automatica, a scansione continua e ad inventario. Inoltre, consente una facile regolazione della spia sonora e riesce a riconoscere fino a 32 caratteri differenti.

Neoteck Barcode Scanner USB Lettore Codice a Barre Automatico

B01NBHYTCBNeoteck Barcode Scanner USB Lettore Codice a Barre Automatico con Lungo Raggio ad Alta Velocità POS Laser Pistola per Scansione Handsfree e Supporto Regolabile Compatibile con Win10/7/8 iOS7 – Nero

Anche Neoteck si inserisce nel vasto segmento dei lettori di codici a barre grazie ad una proposta ricca di sorprese positive tutte da tenere in massima considerazione.

Dispone di un ottimo raggio laser dall’elevata lunghezza d’onda, che consente a tale dispositivo un funzionamento pressoché perfetto in ciascuna delle circostanze principali, dai supermercati alla logistica, dai piccoli negozi alle aziende di ben altre dimensioni.

Riesce a scansionare fino a 100 linee al secondo ed è munito di un efficace supporto regolabile, capace di decifrare in modo automatico ogni genere di codice a barre. Può essere installato mediante una modalità plug-and-play e supporta il collegamento diretto con ogni tipo di porta USB. Chi vuole, può adoperarlo anche tramite un controllo di tipo manuale.

Trohestar Lettore di Codici a Barre Wireless

B07CXLYBGBTrohestar Lettore di Codici a Barre Wireless, 433Mhz 1D Barcode Scanner con Ricevitore USB con Schermo a Colori TFT LCD, Portata 100 m. (NS-3309)

Anche il lettore di codici a barre offerto da Trohestar possiede diversi spunti di interesse da valutare al meglio al momento dell’acquisto. Prima di tutto, l’apparecchio funziona al meglio senza alcuna installazione di app, leggendo senza difficoltà codici 1D e 2D in maniera indistinta.

Compatibile con tutti i principali sistemi operativi a carattere informatico, è equipaggiato con un ottimo schermo da 2,2 pollici ad alta definizione. Il barcode è capace di decifrare rapidamente ciascun elemento relativo ad un segnale senza fili ed invia le informazioni in tempi rapidi ad un ricevitore di tipo USB.

L’apparecchio è ottimo in supermercati e magazzini nel quale devono operare più persone contemporaneamente e supporta fino ad un massimo di 32 canali, con una distanza di trasmissione che può potenzialmente raggiungere i 100 metri. Il caricamento può essere effettuato tramite una modalità istantanea o di archiviazione.

NETUM Lettore Codici a Barre Wireless

B01N05WVUVNETUM Lettore Codici a Barre Wireless / USB 2.0 Anfibio / 2.4Ghz Barcode Scanner con Ricevitore USB Compatibile con PC / Notebook, Windows XP / 7 / 8, IOS ecc. ( NT-1698W )

Concludiamo questa breve carrellata di lettori di codici a barre wireless con questo dispositivo appartenente al brand NETUM, capace di garantire una connessione a 2.4 GHz di frequenza.

Chi vuole può usufruirne anche mediante un collegamento con cavo USB o ricevitore USB e il suo avviamento viene eseguito tramite un sistema di plug-and-play. Dall’elevata memoria interna, riesce a leggere dati senza la necessità di alcuna connessione e contiene una batteria ai poli di litio dalla durata molto elevata in modalità standby.

Il suo caricamento può essere eseguito da ogni porta USB di tipo 2.0. Lo scanner è stato inoltre concepito per restare intatto anche in seguito ad una caduta dall’altezza pari a circa un metro e mezzo.

Matteo Hsia