Roaming dati cos’è, significato, costi e come disattivare / attivare
Matteo Hsia
2 febbraio 2017

Ti è capitato di vedere dei costi sul tuo conto telefonico con riportata la voce Roaming Dati e non sai cosa sia? Allora ecco la risposta ai tuoi dubbi e come evitare che il fatto si ripeta.

Significato in ambito della telefonia

Il termine Roaming deriva dall’inglese Roam, ovvero vagare e viene utilizzato in ambito di telefonia mobile per identificare il traffico dati che si utilizza all’estero o comunque una zona non coperta dal nostro operatore. Per questo quando stiamo “vagando” al di fuori della zona coperta dal nostro operatore potrebbe attivarsi questa opzione.

Quindi quando saremo fuori dall’Italia e abbiamo attivato nelle impostazioni il Roaming Dati, potrebbe succedere che sul nostro conto telefonico ci vengano addebitati dei costi aggiuntivi. In pratica quando siamo fuori dal nostro Paese non si rimarrà senza copertura, ma il nostro operatore si appoggerà su un altro operatore che dovrà applicare un ulteriore costo non preventivato dal nostro piano.

Leggi anche: Come evitare i costi del Roaming dati all’estero

Come disattivare il Roaming Dati ed evitare costi aggiuntivi

Per poter disattivare la funzione di Roaming Dati sul nostro smartphone Android o iPhone i passaggi sono davvero semplici…

Su smartphone Android come Samsung Galaxy S7 Edge, Huawei P9 Lite, LG G5 e molti altri ancora ci basterà andare in:

  • Impostazioni -> Reti & Wireless  –> Reti Mobili. Dalla schermata che ci si presenterà togliamo la spunta da Roaming Dati.

Su iPhone 7 Plus, iPhone 6S Plus, iPhone 5S e modelli precedenti dovremo andare in:

  • Impostazioni -> Cellulare -> Opzione dati Cellulare. Da questa schermata togliere la spunta su Roaming Dati.

Una volta disattivato la voce Roaming Dati potrete dormire sonni tranquilli ed evitare costi inaspettati. Quando sarete all’estero vi arriverà comunque un messaggio del vostro operatore che vi metterà al corrente che siete fuori dalla zona coperta con eventuali costi per poter navigare in internet, effettuare chiamate e mandare normali messaggi di testo.

La guida è valida per tutti gli operatori WIND, Tre, Vodafone, TIM, Fastweb, Coopvoce, etc. etc..